Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Maestra d’Asilo Violenze sui Bambini e Scotch sulla Bocca (Video Shock)

Per questo sono scattate le manette

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

15 Maggio 2014

maltrattamenti bambini asilo nido milano

Il Comando Carabinieri per la tutela della Salute (N.A.S.) hanno scoperto un altro “asilo degli orrori”.

La notizia risale alla settimana scorsa, diffusa dall’agenzia stampa Ansa e pubblicata sul sito del Ministero della Salute lo scorso lunedì, 12 maggio, con tanto di video correlato.

La direttrice/maestra della struttura privata, situata nella provincia di Milano, è ora agli arresti domiciliari con l’accusa di maltrattamenti verso bambini di età compresa tra 1 e 3 anni.

L’indagine, svolta dai Carabinieri del NAS di Milano, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, hanno messo in evidenza il deplorevole comportamento della donna che, mostrando un “atteggiamento insofferente ed irascibile nei confronti dei bambini”, era solita infierire sui piccoli con violenze fisiche e psicologiche.

Come affermato dall’unità investigativa, e come evidenziato nel filmato, la donna si rivolgeva ai piccoli usando un linguaggio minaccioso e scurrile, li picchiava e strattonava, arrivando persino a “chiudere” loro la bocca con del nastro adesivo pur di zittirli.

Inoltre, forse intenzionata ad ottimizzare i propri guadagni, la maestra, come mostrato anche nel video allegato in calce a questo stesso articolo, imboccava i bambini usando sempre lo stesso cucchiaio e prendendo il cibo da un unico piatto. Anche per bere, veniva usato un unico bicchiere.

I genitori, del tutto ignari di quanto stava accadendo ai loro bambini, venivano diligentemente informati dalla donna sul “buon” andamento scolastico e sulle attività didattiche svolte durante la giornata, attività mai effettuate in quanto i bambini erano “costretti” a dormire per tutto il tempo.

Qui di seguito vi riportiamo il video che riprende i maltrattamenti subiti dai bambini.

 

Leggi anche

Seguici