Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bimbo Nasce con un’Enorme “Palla” sul Collo: “Pensavo avesse 2 teste”, dice la Mamma

Nasce con un'enorme cisti sul collo: ecco la storia fortunatamente a lieto fine

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

19 Maggio 2014

nato con cisti di 13 cm Harry Barron-Edgley

Lo scorso 12 maggio il quotidiano britannico “Metro”, riprendendo una notizia alquanto datata, pubblicata il 14 agosto 2013 dal Daily Mail, rendeva note le foto inerenti l’operazione subita circa un anno fa dal piccolo Harry Barron-Edgley.

Nato nei primi giorni di maggio del 2013, Harry, nonostante fosse perfettamente sano, al momento del parto presentava una cisti di ben 13 centimetri sul lato del collo.

Le dimensioni erano tali da indurre la giovane madre, Ellie Wellman-Smith all’epoca 20enne, a pensare che il piccolo potesse avere due teste.

“Appena è nato Harry ho chiuso gli occhi e tirato un sospiro di sollievo – ha dichiarato Ellie al Daily – Ma quando li ho riaperti nel momento in cui mi stavano porgendo il piccolo sono rimasta scioccata, ho pensato che fosse nato con due teste. Non avevo idea di cosa fosse, un cancro, un tumore o qualcosa con la quale avrebbe dovuto vivere per tutta la vita, era davvero spaventoso”.

Dopo i primi immediati controlli, i medici appurarono che la cisti non arrecava danni all’organismo, ne ostruiva le vie respiratorie del piccolo ma si presentava come un “danno” estetico che, in caso di crescita, avrebbe però dato problemi sia alla schiena che al collo.

La malformazione linfatica quindi, ossia l’incapacità di drenare il fluido dai tessuti causando così la formazione di sacche ricolme di liquido (cisti), andava quindi rimossa o quanto meno ridotta.

Ad un primo consulto ambulatoriale, alla giovane madre fu detto che il piccolo sarebbe stato sottoposto ad una serie di iniezioni per ridurne la massa ma se ne escludeva la rimozione completa.

Non soddisfatta, la signora Wellman-Smith decise di chiedere un ulteriore consulto medico, rivolgendosi così al dottor Kuo, specialista otorinolaringoiatra pediatrico presso il Birmingham Children’s Hospital, che ne confermò la possibile rimozione.

Il 1° luglio del 2013 Harry venne sottoposto alla sua prima operazione, durata 5 ore, un intervento che ottenne il successo sperato e al quale si susseguirono altre 4 procedure per la rimozione definitiva della cisti.

Come riportato dal quotidiano “Metro”, oggi Harry, che di recente ha spento la sua prima candelina, è un sano e vivace bambino, mangia regolarmente e gioca insieme al fratello maggiore godendosi appieno la vita familiare nella loro casa a Corby, città situata nello Northamptonshire, contea dell’Inghilterra centrale.

Attenzione presenza di immagini forti!

Alcune immagini della gallery che vi proponiamo qui di seguito potrebbero urtare la suscettibilità degli utenti più sensibili.

 

Leggi anche

Seguici