Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

La Bambina che Può Mangiare Solo Frutta e Verdura

Per questa bambina l'alimentazione non è una scelta.

Gioela Saga

di Gioela Saga

09 Giugno 2014

la bambina affetta da fenilchetonuria

Purtroppo ci sono casi in cui scegliere un determinato tipo di alimentazione non è una scelta ma una condizione essenziale per la sopravvivenza.

Per questo, per una bambina di 10 anni Borsi Batki, è impossibile assaggiare torte e biscotti, patatine, gelati o altri comuni cibi senza causare seri danni al suo cervello.

Borsi soffre di una rarissima malattia genetica chiamata fenilchetonuria (PKU) diagnosticata alla nascita e causata da lla mutazione di un gene. Il trattamento per questa forma consiste in una dieta a basso contenuto di fenilalanina e aminoacidi misti. Il suo corpo non può metabolizzare la maggior parte degli aminoacidi contenuti nelle proteine.

Sostanzialmente questa bimba può nutrirsi di frutta, verdure, uno speciale tipo di pasta al pomodoro e alcune bevande ricche di integratori proteici formulate appositamente per lei che deve prendere in sei momenti diversi distribuiti nella giornata.

Solo un bambino su 15.000 nasce con questa patologia rara che viene diagnosticata attraverso i normali screening neonatali. La mamma e il papà di Borsi ne sono venuti a conoscenza dopo soli sei giorni dalla sua nascita in Ungheria e questa è stata la sua condanna ma anche la sua salvezza.

La mamma Maria sostiene che la cosa più difficile è quando la piccola va alle feste di compleanno o ai ritrovi con le amichette e non può assaggiare nulla e spesso piange disperata.

”Lei capisce che non può ma è comunque difficile per lei accettarlo.” “Anche il Natale e la Pasqua rappresentano delle dure prove per lei… non può mangiare praticamente nulla di quello che vede.”

“Cerchiamo di adattarci alle sue esigenze ma sarebbe impossibile seguire la sua dieta per tutta la famiglia, anche per non penalizzare gli altri. “ Borsi ha un fratellino più piccolo, Ben, e una sorellina più grande, Biborka, nati senza questa mutazione genetica.

“I suoi cibi hanno un sapore differente perché non contengono farina e uova. Cerchiamo di mangiare meno carne possibile davanti a lei e aumentare la frutta e verdura ma spesso mangia separatamente per non soffrire troppo.”

Se mangiasse gli alimenti proibiti per Borsi sarebbe come un avvelenamento graduale ma inesorabile che la porterebbe a deficit cognitivi e motori gravi ed irreversibili, constatabili solo dopo un po’ di tempo.

Fonte: Dailymail

Leggi anche

Seguici