Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Insolazione e Colpo di Calore: Sintomi, Prevenzione e Cura

Colpi di sole e di calore: come riconoscerli e cosa fare

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

07 Giugno 2014

L’estate è finalmente in arrivo, e già ci si prepara a fare le borse e a provare costumi e occhiali da sole.

Il conto alla rovescia può cominciare, e le valigie possono essere rispolverate dai ripostigli.

Chi è in cerca del mare (quasi tutti a dire il vero) è anche intento nell’acquisto di solari e cappelli che riparino dal sole.

Il sole che in estate è il protagonista della stagione, ma può anche divenire un nemico.

Soprattutto per i bambini, più sensibili ai raggi solari, infatti una giornata a mare deve essere programmata anche all’insegna della prevenzione, per evitare colpi di sole o colpi di calore.

 Cosa sono, come si riconoscono, e come si curano i colpi di sole e i colpi di calore?

 

Colpo di sole

Detto anche insolazione, è la conseguenza di una esposizione diretta e prolungata ai raggi solari e alle radiazioni UVA e UVB.

Il colpo di sole procura scottature, che a seconda del grado si distinguono in I e II.

In genere i più colpiti sono i bambini e le persone con la pelle chiara, a causa della maggiore sensibilità della loro epidermide. Non pensiate inoltre che l’insolazione è tipica delle giornate al mare: in montagna infatti i raggi solari sono addirittura più intensi, e dunque è bene ripararsi dai colpi di sole anche lì.

Distinguiamo un colpo di sole da questi sintomi:

  • Bruciore alle parti esposte, formazione di bolle e prurito
  • Pelle calda
  • Possibili vertigini e senso di spossatezza
  • Occhi arrossati con possibile lacrimazione

In caso di insolazione può aumentare anche la temperatura corporea fino a 40° nell’arco delle 24 ore dall’esposizione.

Rimedi contro il colpo di sole

– La prima cosa da fare con una persona colpita da insolazione è portarla in un luogo ombreggiato.

– Farla sdraiare e eliminare vestiti che possano dare fastidio.

– Farla bere per reidratare la pelle danneggiata e per reintegrare i Sali persi attraverso la sudorazione.

– Raffreddare la cute con un telo o un lenzuolo umido.

Una volta passata la prima sensazione di bruciore spalmare creme o spray sulle parti arrossate per lenire la pelle dall’effetto delle radiazioni (in commercio esistono un’infinita serie di creme anti-eritematosi).

Consultare se possibile il medico, soprattutto in casi di insolazione di bambini.

Il colpo di calore

Il colpo di calore è se vuoi più subdolo e più pericoloso di una insolazione perché spesso non è solo l’esposizione diretta ai raggi del sole, ma uno sbalzo di temperatura corporea.

Durante le giornate calde infatti   il nostro organismo accumula calore, ma in alcuni casi in misura maggiore rispetto a quanti ne riesce a cedere con la sudorazione.

Questo mancato scambio può provocare malori, che si possono riconoscere dai seguenti sintomi:

  • sonnolenza
  • sete e pelle calda
  • debolezza
  • crampi
  • possibile perdita di coscienza
  • aumento della temperatura
  • possibili convulsioni

In caso di questi sintomi è bene mettere il soggetto in un luogo fresco e ombreggiato e tentare di abbassare la temperatura corporea bagnando la cute.

Fare riposare la persona colpita da colpo di calore e dargli da bere possibilmente facendogli reintegrare i Sali minerali persi.

Se questi sintomi sembrano aggravarsi chiamare il 118

Come si prevengono insolazioni e colpi di calore?

Come si diceva, i più soggetti a questi malesseri sono i bambini, a causa della loro pelle sensibile e della loro maggiore debolezza rispetto agli adulti.

– Per evitare colpi di sole o di calore allora bisogna evitare di vestirli troppo in estate, sia di giorno che di notte.

– Aerare bene i locali dove essi vivono, e possibilmente rinfrescarle le stanze con ventilatori o condizionatori

– Farli bere molto sia durante che lontano dai pasti.

– Al mare coprirli con cappelli e proteggerli con creme solari adatte a protezione totale, evitando l’esposizione al sole nelle ore centrali della giornata

– Evitare di lasciarli in auto ferma sotto il sole anche per un breve momento.

– Farli bagnare spesso per abbassare la temperatura corporea, evitando docce troppo fredde.

 

Dopo che avremo fatto tutto ciò l’ultima regola da seguire è la più bella: godersi il mare o la montagna, insomma la vacanza!

Leggi anche

Seguici