Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Papà Getta la sua Bambina di 23 Mesi in Piscina: “va Educata, Perché ha Lasciato Annegare un Cucciolo” (Video Choc)

Davvero sconcertante questo metodo educativo!

Gioela Saga

di Gioela Saga

27 Giugno 2014

bimba di 23 mesi punita gettandola in piscina

Ogni genitore decide la propria strategia educativa in piena libertà ma senz’altro rispettando quella che è la dignità dei figli, in accordo con l’altro genitore e soprattutto senza minare l’incolumità del figlio stesso.

Non si può dire così di quanto è successo nell’aprile scorso a Corey McCarthy e sua figlia Mia mentre si trovavano sul bordo di una piscina in una residenza privata.

La piccola, di soli 23 mesi, si era trovata da sola con un cucciolo di cane di 5 settimane, senza rendersi conto del pericolo, come se il cucciolo fosse un qualsiasi pupazzo, lo getta nella piscina e il poveretto muore annegato.

Un fatto estremamente spiacevole, di cui, probabilmente la bimba stessa si è ravveduta subito dopo.

Il padre, per punirla ma soprattutto, a detta sua, per insegnarle una lezione riguardante il pericolo di giocare vicino all’acqua, la getta in modo violento nella piscina dove la piccola cade a piombo.

Una donna si getta per salvarla subito dopo. Probabilmente si sarebbe gettato anche il padre, che, a parer suo, voleva solo spaventarla quanto bastasse. Ma… che dire di un comportamento del genere?

La madre, saputo del’accaduto e visionate le immagini riprese a circuito chiuso da una telecamera di sicurezza, furiosa, ha subito denunciato il marito per abusi sulla piccola e McCarthy è stato prontamente arrestato.

Sì, perché di abuso si tratta, non trattandosi solo di violenza strettamente fisica ma anche psicologica, come in questo caso.

Possiamo solo immaginare la paura e lo shock di questa bambina traumatizzata.

C’è anche da chiedersi: Dov’era questo padre quando la bimba giocava indisturbata con un cucciolo così piccolo? E se fosse stata lei a cadere da sola in piscina e a morire al posto del cucciolo?

Non era forse meglio spiegare l’accaduto alla bambina, farle capire con un linguaggio adeguato ciò che aveva fatto per cui sarebbe già rimasta abbastanza segnata per il futuro?

Seguendo questa logica allora se troviamo un bimbo giocare con dei fiammiferi occorrerà buttarlo in un bel falò per insegnargli qualcosa??

Video: 

Leggi anche

Seguici