Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Malato Terminale, Sposa la Donna che Ama e Muore Dopo 10 ore

Si spegne a dieci ore dall'aver pronunciato il fatidico "Si"

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

30 Giugno 2014

 

malato terminale

La storia di Rowden e Leizl è una storia d’amore, ma purtroppo non ha un lieto fine.

È fidanzato con Leizl, dalla quale ha avuto una bimba che oggi ha due anni.

Rowden Go Pangcoga è un ragazzo di 30 anni di Manila, Filippine.

All’inizio di quest’anno Rowden decide di coronare il suo sogno d’amore, e chiede a Leizl di sposarlo.

Lei dice si, e cominciano a progettare il matrimonio: si sposeranno l’8 luglio, il giorno del compleanno di Rowden.

Ma il destino ha in serbo un altro percorso per questi ragazzi, e a maggio a Rowden viene diagnosticato un male terribile.

Rowden ha un tumore al fegato, per giunta al quarto stadio.

Statistiche alla mano, il ragazzo non sopravvivrà per molto, la sua fine è segnata.

Lui però vuole esprimere un desiderio prima di andarsene: vuole sposare la sua Leizl, portarla all’altare con l’abito bianco  e il velo.

Ma il tempo è nemico, e la malattia progredisce con una tale rapidità da costringere i ragazzi ad anticipare le nozze.

Rowden viene ricoverato presso l’ospedale di Manila, la situazione precipita e i due organizzano il loro matrimonio in dieci ore: “Lui non poteva uscire dall’ospedale e allora gli abbiamo portato la chiesa noi” racconta il fratello della sposa.

Non riesce neanche ad alzarsi dal letto, così il personale dell’ospedale lo assiste tenendolo sul letto.

Leizl arriva, come lui l’aveva sempre sognata: l’abito bianco, il volto velato, la figlia con i capelli ornati da fiori bianchi che l’accompagna come una damigella.

Si sposano, Rowden pronuncia il suo “Si” e bacia la sposa.

Ma il matrimonio non dura che poche ore: dopo neanche un giorno Rowden muore in ospedale, nello stesso letto dove dieci ore prima aveva pronunciato il suo si.

Il fratello della sposa pubblica il video su youtube, vuole condividere questa straziante favola, e il ricordo di questo momento di grande commozione.

 

Leggi anche

Seguici