Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Il fluoro ai bambini ed in gravidanza, fluoroprofilassi si o no?

di Mamma Elisa

26 Giugno 2010

Molti pediatri e dentisti consigliano la somministrazione di fluoro (fluoroprofilassi) già dai primi giorni di vita del nascituro e addirittura anche alcuni ginecologi prescrivono l’assunzione di questo minerale intorno al 6° mese di gravidanza perché è stato provato che il fluoro è in grado di oltrepassare la placenta e arrivare al feto.

Esso  è un minerale che si trova in natura, è presente nel suolo, nelle acque e in alcuni cibi (tè, pesce azzurro, verdure). È  fondamentale per la formazione dei denti ed in particolare per la protezione dei denti dalle carie.

Tuttavia, il fluoro che noi ingeriamo normalmente è al di sotto dei valori che vengono considerati protettivi dei confronti della carie ecco perché viene consigliata la fluoro profilassi.

Che cos’è la fluoro profilassi?

È un metodo di prevenzione della carie che può avvenire in diversi modi:

–          Per via sistematica (fluorizzazione delle acque, del latte,somministrazione di pastiglie di fluoro)

–          Per via topica (pennellature, dentifrici,gel,ed altre applicazioni locali).

Che tipo di azione svolge il fluoro?

–          Esso si lega molto bene all’idrossiapatite dello smalto formando una struttura cristallina più resistente all’azione degli acidi ;

–          Se assunto durante la formazione del dente aumenta il volume dei cristalli di apatite;

–          Inibisce alcuni enzimi che sono in grado di fermentare gli zuccheri ad acidi;

–          Svolge un’azione rimineralizzante.

Facendo delle ricerche ho scoperto però che ci sono pareri discordanti sull’argomento non tutti sono d’accordo che l’assunzione di questo minerale sia efficace.

Vi riporto un pezzo dell’articolo del Dr. Francesco Perugini Billi a riguardo:

“Esistono pochissimi studi scientifici correttamente condotti sugli integratori di fluoro e tutti dimostrano che l’effetto di questi supplementi sulla prevenzione delle carie è molto blando se non nullo. Decisamente più numerosi sono invece gli studi sugli effetti negativi del fluoro sulla salute dell’uomo. Nonostante tutto, molti pediatri e dentisti consigliano ancora in modo automatico e sistematico la fluoroprofilassi (compressine o gocce) per i bambini di pochi mesi. L’integrazione di fluoro non è solo inutile, ma può essere addirittura dannosa. Vediamo perché.

Le industrie del farmaco sono notoriamente molto abili nel manipolare, se non nell’influenzare, gli studi scientifici. Inoltre, non c’è migliore guadagno di quello che si ricava da farmaci prescritti in modo sistematico ad intere fasce della popolazione…….vedi le vaccinazioni, le terapie ormonali per la menopausa, solo per citarne alcune.

Contrariamente a quello che si credeva un tempo, il fluoro è efficace solo se applicato localmente e non quando assunto internamente. Assorbito per bocca, il fluoro entra nel dente attraverso il sangue e altera la struttura del dente stesso. Questo può causare fluorosi dentale. Invece,  applicato localmente sul dente si lega allo smalto dei denti e li protegge dalle carie. Soprattutto nei bambini piccoli, i rischi dell’assunzione di fluoro superano di gran lunga i benefici.

Le industrie del farmaco e quelle produttrici di dentifrici hanno a lungo sottaciuto e sottovalutato gli effetti tossici dei prodotti a base di fluoro.

La fluorosi dentaria è in aumento soprattutto tra la popolazione che fa uso sistematico di integratori a base di fluoro. Si presenta sotto forma di uno scolorimento intrinseco dello smalto dei denti: i denti appaiono screziati, macchiati, puntinati, decolorati e a volte anche bucherellati . Lo smalto saturato di fluoro è più vulnerabile all’attrito e all’erosione. I danni aumentano nel tempo.

Non esiste un dosaggio sicuro di fluoro. I danni da fluoro non si manifestano solo a livello dei denti, ma anche delle ossa e di altri tessuti umani. Il fluoro ha effetti negativi anche sul sistema nervoso centrale e determina alterazioni comportamentali e deficit cognitivi. Studi scientifici dimostrerebbero che il fluoro può essere neurotossico anche per il feto a dosaggio considerati sicuri per la madre. Dopo la nascita, il bambino può manifestare un ridotto quozien te intellettivo e alterazioni comportamentali. ……..>>

– fonte:  http://www.dottorperuginibilli.it/index.php/non-date-integratori-di-fluoro-ai-vostri-figli-

Quale sarà la cosa giusta da fare per i nostri figli?

Leggi anche

Seguici