Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Un Vero Miracolo: Bambina di 2 Mesi Estratta Viva dalle Macerie (Video)

L'emozionante video del commovente salvataggio

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

14 Luglio 2014

bambina siria macerie aleppo

Il capo di un neonato spunta sotto le macerie, è ben visibile, immobile…

Una mano scava mentre intorno altri parlano, urlano ed incitano in una lingua a me incomprensibile ma che, unitamente alle immagini, riesce ugualmente a trasmettermi la drammaticità del momento.

Si cerca di aprire un varco, di liberare quel piccolo corpicino che sembra essere inerme, immobile tra blocchi di pietra destinati ad essere la sua tomba.

Poi un inatteso sussulto, un leggero movimento che placa quel senso di angoscia che mi opprime il cuore…

… un altro sussulto, un altro repentino movimento e poi il pianto, l’agitazione, le voci tutte intorno diventano sempre più forti, più concitate.

La bambina è viva!

Si continua a scavare… un pezzo sembra cedere, si apre un varco… una mano, la stessa che fino a pochi istanti prima spostava i calcinacci, ora afferra la piccola, la tira fino a liberarla dalla sua prematura tomba.

Un’altra mano si protrae, cerca di proteggere il volto della neonata durante l’estrazione.

Poi l’urlo di gioia, un urlo di vita!

Quelle qui esposte sono le sensazioni che ho provato nel vedere il filmato di 38 secondi, visibile in calce a questo scritto, che riprende il salvataggio di una bambina di circa 2 mesi.

È accaduto in Siria, territorio di guerra, di conflitti, di sangue e di morte.

Il filmato è stato girato e diffuso dalla Direzione della Protezione Civile della provincia di Aleppo attraverso i vari profili social a loro collegati, facebook e twitter.

Gli operatori della Protezione Civile di Al-Ansari, quartiere di Aleppo, città a nord della Siria, sono riusciti a liberare la piccola dopo 16 ore di lavoro, estraendola dalle macerie.

Pur avendo ripotato alcune ferite, la piccola ora sta bene, come testimoniano le immagini pubblicate ieri sulla pagina facebook della Protezione Civile e visibili nella gallery qui sotto.

Leggi anche

Seguici