Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Truffa dello Specchietto: Cos’è e Come Difendersi

Truffa Contro gli Automobilisti, Malviventi Specializzati nella Truffa dello Specchietto

Federica Federico

di Federica Federico

16 Luglio 2014

Truffa dello Specchietto: Cos'è e Come Difendersi

E’ boom di truffe dello specchietto, l’allerta, teso a mettere in guardia gli automobilisti ( tutti potenziali vittime dei malviventi), arriva direttamente dall’Arma dei Carabinieri.

 

Ieri compariva, proprio sul sito dell’Arma dei Carabinieri, un articolo ANSA che da solo conferma la ripetizione costante e comune del reato sul territorio nazionale.

 

Che cos’è la truffa dello specchietto e come possiamo difenderci?

Ignari automobilisti vengono “inseguiti” e raggiunti da vetture apparentemente incidentate, nello specifico automobili con uno specchietto laterale divelto o penzolante o comunque rotto. 

I proprietari o i conducenti al volante della vettura incidentata, dopo aver raggiunto e fermato le auto delle vittime, accusano i malcapitati ed ignari automobilisti di avere provocato incidentalmente la rottura dello specchietto e ne chiedono il risarcimento.

L’incipit della truffa può anche essere la simulazione di un incidente.

In alcuni casi, i malviventi  cercano un “contato” con la vettura della vittima, un “urto” lieve e provocato volontariamente col solo scopo di far credere al malcapitato automobilista di avere determinato, per sua colpa, la lesione dello specchiato (che invece è di per sé già rotto).

 

Simulando o eccependo l’incidente, i malviventi domandano alla vittima di ripagare lo specchietto rotto e così estorcono danaro a ignari e malcapitati automobilisti incolpevoli.

Ciascuna truffa dello specchietto può fruttare anche più di 100 euro.

 

L’ultimo episodio è documentato sul sito dell’Arma dei Carabinieri:

la truffa si è consumatasulla statale 7 Ter, direzione Sava-Fragagnano. 

Due uomini, secondo la ricostruzione riportata dettagliatamente ai militari dalla vittima, avrebbero simulato un falso incidente stradale in danno di un’autovettura ‘Volkswagen New Beatles’:

i due malviventi, dopo avere inseguito e bloccato la vettura della vittima in un centro abitato, hanno apertamente contestato all’automobilista ignaro di aver provocato il danneggiamento di un loro specchietto laterale.

Per tale danneggiamento i due malviventi avrebbero chiesto ed ottenuto una somma di danaro a titolo di risarcimento del danno subito. Dapprima la somma richiesta era pari a 288,00€ scesa, poi, per contrattazione a 120,00€.

Nel caso di specie la vittima è caduta nella trappola e ha pagato i 120,00€ ai malviventi; successivamente, probabilmente non riuscendo a ricostruire e ricordare la dinamica dell’incidente, assalito dal dubbio, ha denunciato l’accaduto ai carabinieri. 

Due pattuglie dell’Arma, grazie alla denuncia, hanno bloccato i malviventi e, oltre a riconoscerli come pregiudicati, li hanno trovati in possesso di 1.235€, parte del danaro era nascosto all’interno della cappotta del loro veicolo.  E’ presumibile che questa cifra di danaro rappresenti l’illecito provento di altre truffe uguali o similissime.

 

Cosa devi fare se temi di essere vittima di una truffa dello specchietto?

Ferma la vettura solo in una zona non isolata; parcheggia bene la tua auto; chiudi la macchia estraendo le chiavi dal cruscotto e mettile in tasca. 

Uscendo dall’abitacolo fatti fornire i dati anagrafici delle persone che ti accusano; annota la targa del veicolo incidentato; non versare nelle mani di chi ti accusa alcuna somma di danaro.

Se ti senti minacciato o in qualunque modo avverti un pericolo, non esitare a chiamare i Carabinieri, è un tuo diritto! Denuncia loro anche gli episodi sospetti come può essere quello di una probabile truffa.

Ricorda che la denuncia di una truffa non tutela solo chi è stato truffato ma tutela l’intera comunità perché riduce il rischio che le truffe si reiterino e aiuta gli altri cittadini ad assumere consapevolezza e coscienza di possibili frodi.

Leggi anche

Seguici