Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Soffocamento Bambini e Neonati: le Manovre Salvavita

Bambini morti per soffocamento, l'importanza delle manovre salvavita

di Amiche di Vita da Mamma

02 Agosto 2014

Bambini morti per soffocamento, l'importanza delle  manovre salvavita

Bari, Agosto 2013: una famiglia si reca al ristorante dell’Ikea di Bari in un tranquillo giorno di shopping che si trasforma in tragedia. A Giulio 3 anni, va una polpettina di travesro, nessuno sa come comportarsi e quando arrivano i soccorsi è ormai troppo tardi, il piccolo Giulio morirà per le conseguenze del mancato apporto di ossigeno al cervello.

Settembre 2014: a Roma, sempre nel centro commerciale della medesima grossa catena, stesso copione: questa volta è Francesco, sempre 3 anni, che muore soffocato da un pezzo di hotdog andato di traverso

Tragiche fatalità? Incredibile sfortuna? Storie isolate? Problema irrisolvibile? La risposta è NO!

In italia OGNI GIORNO un bambino (dati Società Italiana di Pediatria, peraltro riferiti ai soli casi registrati in ospedale) si soffoca con un corpo estraneo, nella maggior parte dei casi cibo, e OGNI SETTIMANA un bambino MUORE per questo motivo.

Fate una ricerca con google: son tutti figli nostri, bambini che sono a mensa a scuola, alla festa di compleanno, alle feste nei centri commerciali, oppure in compagnia delle persone di cui ci fidiamo ciecamente (nonni, tata, asilo ecc)
Accanto ai bambini quando succede non ci sono medici, infermieri, soccorritori ma mamme, papà, nonni,  maestre, allenatori, animatori, babysitter.

Non c’è tempo di aspettare i soccorosi sanitari (media di tempo di arrivo del 118: 14 minuti), bisogna liberare le vie aeree entro pochi secondi, affinchè il sangue ossigenato possa continuare a nutrire il cervello, evitando i danni che iniziano dopo 4 minuti e diventano irreversibili dopo 10.

Sono i “comuni mortali” (in gergo i “laici”) che fanno la differenza e, approntando le manovre adatte, rimuovono il corpo estraneo dalle vie respiratorie dei bambini ritornando a farli respirare.

La BUONA NOTIZIA è che le manovre di disostruzione sono semplici, facilmente ripetibili, e……. indimenticabili: una volta imparate rimangono nel cassetto della nostra memoria per uscirne quando serve.
C’è chi, come il dr, Marco Squicciarini e la Salvamento Academy ha intuito tutto questo e sta facendo massiccia opera di divulgazione attraverso tutti i canali possibili: siti internet (www.manovredisostruzionepediatriche.com), trasmissioni televisive, pagine facebook (www.facebook.com/123savealife  è la nostra pagina con video, articoli e link utili), materiale cartaceo scaricabile, manuale (fresco di uscita disponibile per tutti, insieme al “verificatore di oggetti pericolosi”)

Ma la  cosa più importante sono le lezioni interattive, in cui si insegna alla popolazione (maestre, personale delle mense, genitori, nonni, babysitter, e chiunque abbia la responsabilità della sicurezza dei bambini) come prevenire gli episodi di soffocamento (scoprirete degli alimenti e degli oggetti “insospettabili”), e cosa fare e cosa NON fare nel caso questo comunque accada: manovre semplici, ma comunque conformi alle accreditate linee guida internazionali ILCOR, che vengono mostrate sui manichini e poi provate da ciascun partecipante sui manichini stessi sotto l’occhio vigile di Istruttori formati e certificati. A tutti viene consegnato un poster che ricorda, le manovre in tappe, come le caselle di un gioco dell’oca, da seguire per salvare un bambino in caso di ostruzione delle vie aeree.

Anche in questo caso i “comuni mortali” sopracitati sono attori principali: volete organizzare una lezione direttamente “a casa vostra?” andate sul sito www.salvamentoacademy.it, cercate sul centro di formazione più vicino e ….. veniamo noi da voi

Spendiamo tanto tempo ed energie e fornire ai nostri figli tutto ciò di cui hanno bisogno (cibo, vestiti, educazione ecc), utilizziamo i più sosfisticati sistemi di sicurezza in casa (dalle radioline ai paracolpi alle protezioni per i fornelli ecce cc e seggiolini conformi e costosi auto; pensiamo anche a questo evento e a come prevenirlo o affrontarlo: due ore del nostro tempo per informarsi e formarsi sono direi sostenibili…..
Se già volete aderire al nostro progetto, visitate i siti sopracitati e le pagine sui social network; scriveteci e insieme possiamo fare tanto perché….”chi salva un bambino salva il mondo intero”!

Autore:
dr.ssa Chiara Minelli-medico d’urgenza
istruttore BLSD adulto e pediatrico SALVAMENTO ACADEMY/ formatore nazionale di primo soccorso pediatrico
presidente dell’associazione SAVEALIFE www.facebook.com/123savealife
e…. MAMMA di Andrea e Matteo

Qui di seguito vi proponiamo uno dei video sulla disostruzione pediatrica che Vita da mamma ha realizzato grazie alla collaborazione degli Istruttori della Croce Rossa Italiana (Comitato Locale di Portici), con la partnership della DeAgostini.

Leggi anche

Seguici