Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Morte Perinatale: le Foto della Figlia Morta, suo “Eterno Ricordo”

Espressione di un dolore o protagonismo estremo?

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

05 Agosto 2014

Elaborare un lutto è sempre un fatto intimo e molto personale, maggiormente quando si tratta di un figlio.

Non è da criticare nessuna forma di dolore, o di quella che ad altri può sembrare “non dolore”, perché ogni persona ha il diritto di esprimersi come meglio crede.

Questa coppia californiana, Emily McClearen e Richard Staley hanno ad esempio voluto rendere omaggio alla loro piccola nata morta in un modo personale, ma sicuramente non meno sofferto.

Monroe, la piccola che non ha avuto la fortuna di vedere il mondo, è stata infatti ritratta in una serie di fotografie scattate dalla fotografa Lindsey Natzic-Villatoro, famosa per i suoi scatti a malati terminali (guardate la sessione del suo sito intitolata “Love song photography” ).

“Volevo un modo per mostrare a tutti quanto bella fosse nostra figlia – dice Emily – ero orgogliosa di lei, e volevo che la sua memoria vivesse nel tempo”.

Emily ha anche pensato che queste immagini avessero potuto essere d’aiuto  anche ad altri che hanno vissuto esperienze di perdite come la sua, per mostrare che si deve parlare della morte, proprio per elaborarla.

Spesso infatti si vive la sofferenza e la morte in modo silente, in modo meno plateale, un po’ per paura, un po’ per esorcizzare l’angoscia e il dolore.

Emily e Richard hanno invece voluto rendere pubblico il loro dolore, arrivando addirittura a pubblicare le foto sul loro profilo facebook.

La stessa Lindsey Natzic-Villatoro, la fotografa, avendo realizzato servizi simili a questo ha commentato: “La gente pensa che sia morboso, ma non è così. Al funerale è come se ci fosse la nebbia. Nessuno si ricorda niente dopo e con i bambini nati morti è la stessa cosa”

Emily e Richard avranno un modo loro per ricordare la loro piccola, e questo è quello che conta.

 

Fonte: Yahoo

Leggi anche

Seguici