Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

3 Minuti che Cambieranno il Tuo Modo di Pensare

Da guardare per pensare

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

07 Settembre 2014

 

video che emoziona 3 minuti

Il video che vogliamo condividere qui sotto è stato girato da un gruppo di ragazzi, si firmano su Youtube Spread the Message, che letteralmente vuol dire “Diffondi il Messaggio”.

Sono quattro ragazzi, a giudicare dall’aspetto non avranno più di 25 anni, e hanno girato questo video per le strade della loro città (americana? Inglese? Sicuramente una delle due, visto che sebbene il video sia sottotitolato in inglese anche la lingua originale lo è).

Il video dura tre minuti, e il suo titolo è “3 Minutes That Will Change The Way You Think” (trad. 3 Minuti che cambieranno il tuo modo di pensare).

Lo “spot” ha un chè di umanitario, una sorta di esperimento antropologico, di quelli che girano in rete, ma che ha però l’ardire, la voglia di essere anche un messaggio sociale.

Uno dei 4 ragazzi, si vede nel video, entra in un fast food e chiede del cibo alla gente seduta all’interno.

Prova ad un tavolo, poi ad un altro, ma riceve sempre al stessa risposta.

Dopo qualche giro il ragazzo esce senza avere ricevuto neanche una patatina.

Subito dopo la scena si sposta all’esterno, in un parco o qualcosa del genere.

Due del gruppo si avvicinano ad un senzatetto offrendogli del cibo.

Passa qualche minuto e a questo clochard si accosta il ragazzo che era prima andato fare la questua dentro il fast food.

Inaspettatamente il barbone lo invita a sedersi accanto a lui per condividere quel pasto che prima aveva ricevuto.

Succede ancora dopo con un altro senzatetto, che immediatamente alla prima richiesta di aiuto sempre dello stesso giovane, si trova disposto a prestargli dei soldi.

Il video chiude con la più classica delle affermazioni “Sometimes, who have less give more”

 

A volte, chi ha meno dà di più.

Non cambierà il modo di vedere la vita, ma è un video che dovrebbe almeno far riflettere.

 

Leggi anche

Seguici