Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Allattamento al Seno: Allattare Riduce la Depressione Post Parto del 50%

Allattamento e depressione post-partum

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

10 Settembre 2014

Mother care. Breast feeding baby.

Un nuovo studio su oltre 10 mila madri avrebbe dimostrato che coloro che allattano al seno il proprio bambino sono meno a rischio depressione post parto.

Lo studio, condotto nel Regno Unito e in Spagna, è stato pubblicato sulla rivista journal Maternal and Child Health, provando che l’allattamento riduce di circa il 50% il rischio depressione.

La relazione tra l’allattamento e la depressione si manifesta intorno alle 8 settimane di vita del bambino, fino agli otto mesi e oltre.

Lo studio ha coinvolto 13.998 madri dell’area attorno alla città di Bristol, agli inizi degli anni ’90.

Il grado di depressione è stato valutato secondo la Scala di Edinburgo (Edinburgh Postnatal Depression Scale) a 8 mesi e poi a 8, 21 e 33 mesi di età del neonato.

Ovviamente si sono escluse le donne che accusavano condizioni mentali patologiche preesistenti al parto.

Lo studio è tra i più importanti delle ricerche condotte in quest’ambito, ed ha analizzato anche fattori socioeconomici, status delle coppie e dei nascituri (condizioni al parto, nascite premature ecc.).

“Gli effetti dell’allattamento sulla salute mentale della madre che riportiamo nello studio dovrebbero incoraggiare le donne a farlo, anche in funzione che questo ha su molti aspetti dello sviluppo del bambino” sostiene la Dottoressa Maria Iacovou, del Dipartimento di Sociologia dell’Università di Cambridge, autrice dello studio.

Le autorità, sostiene la studiosa, dovrebbero incoraggiare l’allattamento materno, ma anche provvedere loro un supporto che le aiuti a farlo con successo.

Molte madri allattano il loro bambino da subito, ma per molte altre questo non è un gesto così naturale; per queste ultime sarebbe necessario un insegnamento, e forse ancor più importante sarebbe il tempo da dedicare a questa pratica, per far si che essa sia messa in atto correttamente, e questo potrebbe fare la differenza.

Nello studio è emerso che una donna su 12 aveva mostrato sintomi depressivi durante la gravidanza, e una su 8 durante i quattro momenti successivi alla gravidanza posti dalla ricerca.

Secondo il Dipartimento della Salute del Regno Unito, nel periodo 2012-2013 circa il 75% delle donne che aveva partorito aveva cominciato l’allattamento esclusivo al seno, ma intorno alle 6-8 settimane solo il 47% dei bambini era ancora allattato (una delle percentuali più basse in Europa).

Lo studio è stato condotto in collaborazione della Queen Mary University di londra e dell’Università di Siviglia in Spagna.

 

Fotne: Cambridge University

Leggi anche

Seguici