Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Attenzione Automobilisti, Ecco la Nuova Truffa del Pongo

L'ultima trovata dei truffatori: il pongo sulle auto

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

15 Settembre 2014

trucco-pongo-619x376

 

Cari automobilisti, fate attenzione arriva per gli ignari guidatori una truffa evidentemente studiata ad arte.

Lo ha raccontato una vittima ad un quotidiano on line romano, il Cinque Quotidiano.

Sentite come si articola la truffa.

 

Durante un tragitto un guidatore sente un botto, un’auto comincia a lampeggiare, chiede insistentemente di accostare.

L’auto con l’automobilista “vittima” è costretta a fermarsi.

Il truffatore chiede di scendere. Racconta che durante la corsa l’altro sportello si è aperto inavvertitamente e ha causato un danno alla sua macchina.

Il danno c’è, anche se magari non è perfettamente in linea con questo ipotetico sportello che si è aperto. Ma sull’auto della vittima in effetti è apparsa una striscia bianca, segno evidente della strisciata.

A questo punto il truffatore chiede di compilare la costatazione amichevole, o per evitare che l’assicurazione aumenti di costo, chiede di conciliare: cento duecento euro, e non se ne parli più.

Attenzione automobilisti, che se cedete siete caduti nell’ultima truffa.

Il botto che avete sentito altro non è che una semplice pallina di pongo, la plastilina usata dai bambini.

In effetti lanciata a velocità sulla vostra auto non solo causa il colpo che si sente, ma lascia una striscia sull’auto che sembra proprio una striscia causata da uno sportello apertosi involontariamente (guardate la foto in copertina, sembra proprio una striatura dovuta a un urto).

La vittima che ha reso la testimonianza al quotidiano, nello specifico, ha voluto approfondire, ha cominciato a fare fotografie, e il truffatore fortunatamente è andato via con le pive nel sacco.

Ma se dovesse succedere a qualcuno di voi accertatevi che questa striscia che vedete sulla vostra auto non sia davvero della semplice cera pongo, che va via con un fazzoletto.

E soprattutto, non cedete a chi vi chiede del denaro in cambio della stipula della regolare assicurazione, potrebbe celare una truffa simile.

Accertatevi di come sono realmente andati i fatti, e se riuscite chiamate un testimone che possa aver visto l’incidente.

 

Fonte: Cinque Quotidiano

Leggi anche

Seguici