Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Roberta Ragusa: è Indecente quello che Sta Accadendo Loris Gozi, il super testimone contro Antonio Logli

Questo è inaccettabile!

Federica Federico

di Federica Federico

16 Settembre 2014

 

Speriamo tutti che questo dramma si risolva presto e senza conseguenze gravi.

Loris Gozi, il super testimone contro Antonio Logli nel caso Ragusa, è stato raggiunto da una lettera anonima carica di volgarità, minacce inaudite e di ingiuriose accuse. Il contenuto della missiva, lasciata nella cassetta della posta di casa Gozi, è semplicemente indecente.

Loris Gozi con la sua testimonianza, registrata dai magistrati si dall’aprile 2013, ha letteralmente smontato l’alibi di Antonio Logli:

  • il marito di Roberta ha sempre affermato che nella notte della scomparsa, ovvero la notte tra il 13 ed il 14 gennaio 2012, lui dormiva e ha sempre sostenuto di essersi reso conto dell’assenza della moglie soltanto al suo risveglio il mattino seguente;
  • Gozi, al contrario, afferma di aver visto Logli per strada proprio in quella tragica notte.

Gozi è stato il primo testimone contro Antonio Logi, dopo di lui ha parlato con gli inquirenti anche Silvana Piampini.

Leggi qui la ricostruzione della notte del delitto secondo i testimoni: Roberta Ragusa – Cosa è accaduto la notte della scomparsa (clicca qui)

Cosa c’è scritto nella lettera anonima recapitata a Loris Gozi?

Il testo integrale è stato pubblicato dal settimanale Giallo (Cairo Editore, n°37 del 17 settembre 2014). Gozi, reo di avere compiuto il suo dovere di buon cittadino raccontando alle autorità ciò di cui si era reso testimone, è vittima di insulti rabbiosi e inaccettabili.

Sei un uomo schifoso, la tua tomba è già pronta”, così l’anonimo mittente si rivolge a Gozi. Inquietante la firma, infatti chi scrive si firma “la morte”.

La lettera è già nelle mani dei Carabinieri, certamente è transitata nelle mani di Gozi e della sua famiglia ma si spera che attraverso le impronte digitali si possa risalire a colui che scelleratamente l’ha scritta e l’ha indirizzata a Loris.

Chi fa il proprio dovere di cittadino si comporta onestamente e merita, quantomeno, rispetto e stima sociale; questa considerazione dovremmo farla tutti!

Il rispetto e la stima sociale servono anche per incentivare i comportamenti di collaborazione con le autorità sia durante indagini delicate come questa che in genere ovvero in ogni momento del vivere sociale.

 

Leggi anche

Seguici