Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Piedi Gonfi: Cause e Rimedi Naturali

Come aiutare i nostri piedi stanchi e gonfi.

Gioela Saga

di Gioela Saga

17 Settembre 2014

cause e rimedi piedi gonfi

Spesso non sono abbastanza presi in considerazione e curati ma, i nostri piedi, è il caso di dirlo, si fanno carico di noi stessi, sostenendo il nostro peso e i tutti i nostri movimenti.

Proprio per questa funzione estremamente delicata e importante, risentono spesso di vari problemi, primi fra tutti la stanchezza e il gonfiore.

Capita a tutti dopo una giornata particolarmente pesante, soprattutto se non si è abituati a stare molte ore in piedi o a camminare ma a volte capita più spesso e allora è bene farsi qualche domanda.

La pelle diventa tesa e si accumula liquido nel tessuto sottocutaneo che risulta più lucido. I piedi rimangono indolenziti e affaticati.

Innanzitutto dovendo sostenere il nostro peso, se questo è eccessivo, diventa eccessivo anche il carico a cui sottoponiamo i nostri piedi giorno dopo giorno.

Naturalmente anche le calzature che indossiamo giocano un ruolo fondamentale perché aiutano il piede a operare al meglio, in condizioni di confort e giusto supporto. Purtroppo questo spesso non va d’accordo con la moda. Ecco dunque che scarpe troppo alte, strette o a punta possono affaticare il piede oltre che danneggiare in modo grave anche le articolazioni.

Se proprio non riuscite a rinunciare a qualche centimetro in più optate per le zeppe che sottopongono il piede a minore stress.

L’alimentazione può influire notevolmente all’accumulo di sodio e dunque causare ritenzione idrica che tenderà a gonfiare soprattutto le estremità.

Se poi si aggiunge una predisposizione personale a problemi circolatori anche lievi che si riflettono sulla circolazione periferica, ecco che il quadro peggiora subito in modo drastico. Possiamo anche incorrere nelle vene varicose, ovvero un affaticamento cronico delle vene che non portano efficacemente il sangue nel loro circolo e si dilatano, prima in piccoli capillari e poi, se il problema si aggrava, nelle vene varicose vere e proprie.

In questi casi senz’altro il fumo peggiora notevolmente la situazione, favorendo sempre l’accumulo di liquidi e complicando la circolazione.

Se i gonfiori sono legati anche alle caviglie, oltre che ai lati e al dorso, potrebbe essere in corso un’infiammazione alle articolazioni come la periartrite.

Come si può ben capire le precauzioni da prendere ci sono e sono ovvie:

– scarpe comode;

– non improvvisarsi maratoneti senza il dovuto allenamento;

– non rimanere seduti o in piedi troppo a lungo, lavoro permettendo, cercate di alternare le cose per non permettere troppa stasi di liquidi;

– non essere sovrappeso;

– non abusare con l’uso di sale, insaccati, conservanti; aumentare l’assunzione di frutta e verdura.

– cercare di limitare il fumo o eliminarlo;

– mantenersi in peso forma;

– consultare il medico se il problema persiste o peggiora.

Spesso il problema può peggiorare in gravidanza, menopausa, in estate, nel periodo pre-mestruale o con l’assunzione di alcuni farmaci tra cui la pillola anticoncezionale.

Per fortuna ci sono anche i rimedi:

  • Un buon rimedio casalingo consiste nell’effettuare pediluvi di media durata (10 minuti circa) alternati con pediluvi brevi (30-40 secondi) in acqua fredda.
  • Ottimi i massaggicon olio essenziali di menta o rosmarino, ginepro, limone o pompelmo.
  • Per diminuire la ritenzione idrica potete bere molto in associazione a 2-3 tazze di té verde o due-tre cucchiai di succo di limone in acqua calda al giorno.
  • Un altro rimedio fitoterapico è a base di nocciolo che aiuta la circolazione. Si prepara un infuso con un cucchiaio di foglie essiccate in acqua bollente, si lascia riposare dieci minuti, si filtra e se ne bevono due tazze al giorno.

 

Potrebbe interessarti anche Piedi Gonfi in Gravidanza: Cause e Rimedi

Leggi anche

Seguici