Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Papa Francesco e il Suo Dolore, 1mese Dopo la Tragedia (Foto)

Queste FOTO devono diventare una testimonianza dell'importanza e della fragilità della vita ... vita di cui dobbiamo avere cura.

Federica Federico

di Federica Federico

17 Settembre 2014

 

Il dolore del Papa l'incidente stradale

E’ trascorso appena un mese dal tragico incidente stradale che ha coinvolto il nipote di Papa Bergoglio e la sua giovane e bella famiglia: 

Emanuel Bergoglio ha tamponato un camion carico di mais e l’auto, su cui viaggiava insieme alla sua famiglia, si è letteralmente incastrata sotto il pesante veicolo rimanendo bloccata nella porzione laterale della fiancata.

Nell’incidente hanno perso la vita Valeria Carmona, giovane mamma 39enne e i suoi due bambini, Josè di 2 anni ed Antonio di soli 8 mesi.

Papa Francesco, quando fu raggiunto dalla notizia, chiese al mondo dei fedeli di pregare per la sua famiglia, per queste giovani ed innocenti vittime e per il nipote, unico sopravvissuto ma ricoverato in gravissime condizioni.

Il Papa ha mostrato il suo dolore e con la richiesta della preghiera, accoratamente rivolta ai fedeli, ha manifestato la sua umanità, ciò pur continuando a fare il Papa e senza mai venire meno ai suoi doveri istituzionali.

Giorno 19, tra soli 2 giorni, ricorrerà l’anniversario della morte di Valeria, Antonio e Josè, accendiamo una candela, diciamo una preghiera e rivolgiamo loro un pensiero per rinnovare l’appello del Papa a pregare in segno di unione al suo dolore e di compassione per una morte tanto tragica.

Moltissimi sono gli incidenti che sulle strade del mondo strappano il fiore della vita e mietono vittime.

A quanto pare Emanuel non è riuscito ad evitare il camion che improvvisamente si è immesso sulla strada ed il risultato è stato agghiacciante.

Per caso, navigando in rete, ho incontrato con dolore e sconforto le foto del drammatico incidente; con cosciente disperazione ritengo che foto come queste dovrebbero letteralmente invadere il web per sensibilizzare tutti ad una guida consapevole.

La famiglia del nipote del pontefice è stata vittima di un devastante incidente stradale

La famiglia del nipote del pontefice è stata vittima di un devastante incidente stradale Schermata 2014-09-17 alle 08.41.13

Nel mio viaggi di ritorno dal mare, solo una settimana fa, un SUV mi ha tagliato la strada: correva in autostrada facendo la gincana tra le auto in transito. Non solo “saltare da una corsia all’altra” in modo così scellerato è pericoloso ma è persino egoistico e stupido.

Mio marito, che procedeva poco più avanti nella sua vettura, si è accorto che l’uomo al volante stava litigando animatamente con la donna che sedeva al suo fianco. Grazie a Dio, le vetture non si sono sfiorate … in questi casi si dice “per un pelo”.

La mia testimonianza è certamente comune, credo che qualunque patentato possa raccontare di un’esperienza “da paura” causata dalla scelleratezza di qualche collega – automobilista poco attento.

Ebbene il punto è che la strada è pericolosa, dovrebbero considerarlo tutti! 

Tutti dovrebbero considerare che chi guida mette in gioco non solo la propria incolumità ma anche quella altrui!

Allo stesso modo tutti dovrebbero accendere una candela per Valeria, Antonio e Jose, facendolo e guardando queste foto dovrebbero anche accrescere il proprio senso di responsabilità.

Condividete anche voi queste foto se credete che la prudenza non sia mai abbastanza … in memoria delle vittime strappate alla vita.

 

Leggi anche

Seguici