Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Come Fare il Primo Bagnetto al Neonato (Video – Istruzioni)

Consigli utili e pratici su come fare il primo bagnetto al neonato.

Gioela Saga

di Gioela Saga

22 Settembre 2014

primo bagnetto neonato

Fare il bagnetto ad un neonato mette un po’ di ansia soprattutto alle neomamme. E’ un momento bellissimo, alcune conservano anche il video ricordo e, normalmente, il rito del bagnetto rimane uno spazio molto rilassante per il bambino e carico di magia per il rapporto tra madre e figlio.

I consigli, soprattutto quelli buoni, non bastano mai e vengono raccolti molto bene nel video che vi proponiamo.

Possiamo sintetizzare gli elementi di base.

Innanzitutto è importante cosa preparare prima del bagnetto per non trovarsi a dover lasciare da solo neppure per un attimo il bambino, neppure in pochi centimetri di acqua, mi raccomando!

Tenete a portata di mano:

– Un cambio completo pulito: body, tutina, calzine

– pannolini

– sapone, shampoo

– salviettine umidificate

– crema protettiva o lenitiva, normalmente a base di ossido di zinco

– asciugamani o teli per corpo e viso

Ecco i primi passaggi da effettuare:

Controllare la temperatura dell’acqua che dovrebbe essere intorno ai 38 °C, leggermente più calda di quando posizionerete il bambino visto che dovete effettuare altre operazioni prima e potrebbe raffreddarsi troppo.

– Mettere il bimbo sul fasciatoio e non lasciarlo mai da solo.

Spogliarlo con delicatezza: prima i pantaloncini, poi la parte superiore, sfilando dalla spalla prima un braccio e poi l’altro, infine sfilare dalla testa.

Avvolgerlo in un telo o un asciugamano, in modo da fargli sentire meno freddo e dargli sicurezza perché in questo momento è probabile che pianga per il disagio di sentirsi nudo, dunque è bene tranquillizzarlo prima di procedere.

– Con un piccolo asciugamano, inumidito nell’acqua della vaschetta e poi strizzato, passare delicatamente il viso, con attenzione agli occhi, passando dall’interno all’esterno, poi detergere con attenzione ai lati del naso, il mento, la fronte, le guance, sotto il collo e infine le orecchie, esternamente.

Ora è il momento del bagnetto vero e proprio:

Posizionarlo al proprio fianco, in posizione orizzontale, sorreggendogli la testa, mantenerlo saldo anche con l’ausilio dei vostri fianchi e del vostro braccio che terrete incavato sotto di lui.

– Stando sopra la bacinella iniziate ad inumidirgli il capo lasciando che l’acqua sgoccioli, aiutarvi con il piccolo telino da viso che verrà passato sui capelli.

– Mettere un po’ di shampoo sui capelli e far schiumare usando i polpastrelli delle dita, massaggiate e sciacquate sempre senza immergere il bambino.

Rimettere il bimbo sul fasciatoio e asciugare la testa.

Togliere finalmente il pannolino, utilizzando lo stesso per pulire grossolanamente gli eventuali residui di feci e, nel caso, aiutatevi con una salviettina.

Sollevare la testa del bambino aiutandovi con la parte interna del polso mentre la vostra mano prenderà saldamente la parte superiore del suo braccio e l’ascella. La presa deve essere sicura per dare sicurezza. Con l’altra mano prendere la coscia facendo passare indice e pollice nell’incavo dell’inguine.

Posizionarlo nell’acqua curandovi di coprire più possibile il corpo con l’acqua: il calore lo tranquillizzerà se nel frattempo si era di nuovo agitato.

– Mantenere il vostro braccio sempre saldo, tenendo sollevata la testa e facendolo galleggiare leggermente, anche dondolandolo in avanti e indietro.

– Se vi sentite insicure e il bimbo piange, una buona tecnica è quella di porre sul suo petto il telo per il viso imbevuto d’acqua, come se fosse una piccola copertina.

I bambini non sono mai molto sporchi naturalmente ma vi sono delle zone in cui insistere particolarmente e sono: intorno al collo, sotto le ascelle, nell’incavo del braccio, dove ci sono maggiori pieghe cutanee

Alla fine:

Tirarlo fuori dall’acqua con la stessa tecnica e presa di quando lo avete messo.

– Posizionatelo sul fasciatoio e avvolgetelo con un asciugamano: dateli il tempo di sentirsi nuovamente al sicuro e al caldo.

– Abbiate cura di asciugare al meglio le parti delle pieghe cutanee per evitare che trattengano umidità e si infiammino. In ogni caso non sfregate mai ma tamponate.

– Mettere un pannolino pulito, se arrossato usate della crema.

Vestitelo con il body pulito, infilate dalla testa e poi spalle e braccia. Provvedete a coprirlo con una tutina pulita: arrotolate le maniche per far passare le manine e poi srotolate verso il braccio. Se avete una tutina con i bottoni sul retro, posizionate il bambino sul pancino, lui istintivamente girerà la testa da un lato.

– Mettetegli un paio di calzini, se credete una cuffietta finché non si riscalda bene e… tante coccole!

Video: 

Leggi anche

Seguici