Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Brufoli: Rimedi, Cause e Prevenzione (Tutto Quello che c’è da Sapere)

Un disagio che può avere varie origini e soluzioni.

Gioela Saga

di Gioela Saga

23 Settembre 2014

A volte compaiono sulla pelle da un giorno all’altro, spesso sono preceduti da alcuni fastidi, come la pelle che tira o è più dolorante, i foruncoli possono essere talvolta molto fastidiosi, soprattutto se si presentano in alcuni punti più sensibili del corpo.

Cosa sono

Di fatto si tratta di una piccolo infezione che inizia in un bulbo pilifero o in una ghiandola sebacea. Nei casi più seri si può andare incontro ad un vero e proprio ascesso cutaneo che invade gli strati più profondi.

Sintomi

Nel giro di poche ore la parte centrale del foruncolo diventa più molle e si riempie di cellule di globuli bianchi che tendono a guarire l’infezione. Il cosiddetto pus che si forma è formato proprio da queste cellule, batteri e proteine.

Infine il pus forma una sommità a punta che potrà essere espulsa, si riassorbirà o verrà estratta chirurgicamente se dovesse essere particolarmente infetta ed estesa.

Se l’infezione è profonda, normalmente vi sono più foruncoli in una stessa area, potrebbe esserci un rialzo febbrile e potrebbero gonfiarsi le ghiandole linfatiche in prossimità.

Dove si manifestano

I posti in cui più facilmente si formano i foruncoli sono: collo, ascelle, spalle, natiche, viso o anche palpebre degli occhi, in questo caso assumono il nome di orzaiolo. Un tipo particolare di foruncolo a ciste si può presentare proprio alla base della colonna vertebrale, sopra le natiche, è conosciuto con il nome di cisti pilonidale che compare a seguito di lunghi viaggi o di una posizione seduta molto prolungata.

Cause

Sono molteplici le cause che portano alla formazione di foruncoli. Alcuni sono causati dallo Stafiloccocco, un batterio, e in questi casi possono spesso degenerare velocemente. Questo batterio è normalmente presente sulla nostra pelle, il problema avviene quando penetra all’interno a causa di piccole ferite o da un pelo incarnito, altre volte grazie al veicolo di un corpo estraneo che penetra nell’epidermide.

Alcuni tipi di foruncoli hanno origine acneica e sono causati da pori di ghiandole sebacee che si ostruiscono e si infettano. Generalmente il foruncolo è causato da un’infezione batterica di varia origine.

Fattori predisponenti

La follicolite, ad esempio, può essere già un terreno molto fertile per la comparsa e diffusione di foruncoli. Ogni volta poi che abbiamo delle infiammazioni anche superficiali sulla pelle, la esponiamo a essere meno difesa e più attaccabile da germi e batteri, come nei casi più gravi di una ferita infetta.

Anche sudare eccessivamente, indumenti stretti, esposizione a detergenti tossici possono essere dei fattori potenzialmente di rischio.

Se il nostro sistema immunitario è depresso ecco che saremo più facilmente attaccabili da questi disturbi o anche in concomitanza con alcune malattie come il diabete o disfunzioni renali.

Anche alcuni farmaci chemioterapici o alcuni cortisoni diminuiscono le nostre difese e di conseguenza limitano la possibilità di prevenire questi fastidi.

I foruncoli non sono contagiosi ma lo sono i batteri all’interno che possono veicolare l’infezione sulla persona stessa o su altre, dunque è bene adottare sempre norme igieniche di base come lavarsi spesso le mani.

Trattamento

Come sempre i trattamenti migliori sono quelli effettuati più precocemente possibile. Non appena appare il primo gonfiore è bene applicare delle spugnature o impacchi caldi.

Per arginare l’infezione, se si presentasse, e risolverla, spesso è consigliato dal medico l’uso di antibiotici, locali o per via orale. Nei casi più gravi è consigliata una piccola incisione chirurgica effettuata da un medico, con conseguente copertura antibiotica: spesso è necessario drenare il foruncolo e incidere diverse sacche di pus.

La cosa peggiore che si possa fare è il tentativo casalingo di bucare o incidere con un ago il foruncolo, non fatelo mai perché potreste peggiorare notevolmente l’infezione.

Quando consultare il medico

Quando il foruncolo non dovesse riassorbirsi naturalmente nel giro di 5-7 giorni è bene consultare il medico. Anche nel caso si presentino altri sintomi come la febbre o compaiano altri foruncoli. Non usate mai medicinali senza consultare il dottore e non tentate di rimuoverlo manualmente. Anche se il foruncolo dovesse ingrandirsi o fare troppo male è bene chiedere un consulto.

Prevenzione

E’ opportuno seguire sempre una rigorosa igiene, lavarsi le mani con il sapone, possibilmente antibatterico. Se vi sono fattori predisponenti è possibile farsi prescrivere dal medico un sapone più adeguato o più mirato al proprio Ph. E’ utile anche praticare un buono scrub regolare nelle zone più esposte al problema e cercare di evitare più possibile i peli incarniti.

Fonte: Medicinenet

Leggi anche

Seguici