Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

“Dimenticare il bambino in auto è una cosa che non mi succederà mai!”, eppure è successo

Per non dimenticare i bimbi in auto: ecco cosa potrebbe risolvere queste tragedie

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

30 Settembre 2014

bimbi dimenticati in auto

“Dimenticare il bambino in auto è una cosa che non mi succederà mai!”

Lo dicono tutti, eppure è successo.

Certo, la stragrande maggioranza dei genitori sa che quando viaggia in auto con i propri figli deve avere ancora maggiore attenzione, e una distrazione simile come quella di lasciare il bimbo in auto è un’eventualità che è rara, ma purtroppo le cronache nazionali ci hanno raccontato storie drammatiche di persone che prese dalla fretta, dalla distrazione lo hanno fatto.

E’ successo ad Andrea Albanese qualche anno fa, che dimenticò il piccolo Luca di due anni nella vettura andando al lavoro, dimenticandosi di accompagnarlo a scuola.

E’ proprio di questi giorni l’assoluzione di Andrea da parte del tribunale di Piacenza che ha scagionato il papà dall’accusa di omicidio colposo (Fonte: Il Giornale).

Ma anche se la giustizia ha decretato il “Non luogo a procedere” Andrea si sentirà per sempre colpevole di quello che è accaduto quel tragico giorno.

Ed è proprio affinchè queste notizie non si sentano più che un’azienda italiana ha da poco pubblicizzato un dispositivo per auto che potrebbe in futuro salvare la vita a qualche bambino.

Il dispositivo si chiama Remove before landing.

Si tratta di una semplice cinghia, come quelle che si trovano sugli aerei sui cappucci di protezione dei misuratori di velocità.

Remove before flight” c’è scritto sugli originali dispositivi,e invitano il personale di terra degli aeroporti a rimuovere i coperchi dai velivoli prima della partenza.

Allo stesso modo questa cinghia si posiziona tra il seggiolino del bambino e la chiave della vettura, o tra il poggiatesta e la maniglia interna della porta del guidatore.

In questo modo chi è alla guida sarà impossibilitato a scendere o a staccare la chiave dal quadro senza che prima abbia slacciato questa cinghia rossa e ben visibile, che lo aiuterà a ricordare che in auto non è solo.

Il “post-it” meccanico non ha dispositivi elettronici né acustici, ma semplicemente manuali.

Il Remove before landing ha ancora delle criticità emerse alla prova da varie aziende specializzate in sicurezza (leggi gli articoli di Motorioggi.it e Sicurauto.it), che hanno debitamente segnalato alla casa costruttrice.

L’azienda ha risposto che provvederà immediatamente a migliorare il sistema “anti-dimenticanza” (al momento lo stesso è Patent-pending, che significa “Brevetto in attesa di registrazione”) e in un futuro molto prossimo questo prototipo potrebbe essere non solo migliorato, ma soprattutto utilizzato in auto dai genitori che potranno adottarlo come precauzione, per prevenire sbadataggini che possono cambiare radicalmente la propria vita.

Al momento, come redazione di vitadamamma, vi consigliamo di prendere visione dell’articolo scritto, ma come suggerito dai siti di sicurezza in auto, non invitiamo alcun genitore alla prova del dispositivo, in quanto ancora in sperimentazione.

Leggi anche

Seguici