Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

4 Ottobre San Francesco: “Auguri Papa Francesco”

Federica Federico

di Federica Federico

04 Ottobre 2014

 

Francesco auguri

Oggi 4 ottobre si celebra la memoria liturgica di San Francesco, il santo della pace, della fratellanza e della povertà.

Grazie a Papa Francesco, che vestendo l’abito papale ha scelto il nome del “poverello di Assisi” per non scordare i bisognosi, i meno fortunati e gli ultimi, la ricorrenza della memoria liturgica di San Francesco d’Assisi, oggi più che mai, coinvolge ora tutta la Chiesa cattolica e tutto il mondo dei fedeli.

Cosa significa per i fedeli, oggi, ricordare San Francesco?

Francesco, in un mondo votato all’egoismo ed al consumismo, deve rappresentare il richiamo ai più nobili valori dell’esistenza; il Santo deve riportare l’uomo all’ascolto della natura che ci accoglie e ci sostiene e che merita più rispetto; la memoria del “poverello d’Assisi” deve valere come dimostrazione dell’importanza della condivisione, della fratellanza e del rispetto.

Francesco, il Santo di Assisi, rinunciò ad ogni sua ricchezza per Dio, per la preghiera e per essere d’aiuto ai bisognosi, facendosi in questo senso emblema di carità; oggi il Papa, prendendo il nome di Francesco,  spinge la chiesa e tutti i fedeli a non dimenticare l’umiltà, la povertà e la carità.

Così questo nome diviene d’improvviso ed inaspettatamente più di un nome comune ed anche più di una memoria, diventa un esempio, un percorso di vita verso cui deviare, una strada da scegliere per rispettare dei valori fondanti della cristianità e per amare gli altri oltre che se stessi.

Oggi augurando buon onomastico a Papa Francesco qualunque fedele deve (o dovrebbe) sentirsi richiamato ad un ragionamento sulla fratellanza, sulla condivisione e sull’altruismo, perché la fede sta innanzitutto nella capacità di prestare se stessi, il proprio tempo e le proprie energie al prossimo, vincendo anche l’egoismo e l’isolamento propri dei tempi moderni.

 

Leggi anche

Seguici