Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Qual è la Frutta di Stagione: i Frutti dell’Autunno

Frutti d’autunno, una Ricarica Naturale d’Energia!

Chiara Gasperini

di Chiara Gasperini

03 Novembre 2014

 

frutti d'autunno

I frutti tipici dell’autunno, come le mele o le castagne, sono fonte naturale d’energia, molto utile a rinforzare le difese ed evitare i raffreddori. Scopri i benefici.

Mele, uva, cachi, melograno, castagne, mandorle, noci… I frutti tipici d’autunno sono una fonte di energia naturale, molto utile per rafforzare le difese dei bambini e anche per ricaricare le pile di tutta la famiglia. I giorni grigi e il cambio dell’ora, che  ci toglie la luce solare, influenzano il tono fisico e lo stato d’animo, sia per gli adulti che per i bambini.

L’organismo, al ricevere meno luce, produce meno serotonina, l’ormone che ci fa sentire e stare bene, e questo si traduce in un aumento del nervosismo, della stanchezza e del esaurimento fisico. Per questa ragione, risulta importante seguire una alimentazione ricca di minerali e di vitamine, in grado di apportarci l’energia che il cambio di stagione ci toglie, senza che noi ce ne rendiamo conto. Vediamo i benefici dei frutti dell’autunno.

  • LA MELA. Ricca di vitamina C, potassio, magnesio, calcio, fosforo e ferro, la mela aiuta a combattere la fatica e l’irritabilità. Per l’intestino ha una doppia funzione: se si mangia cruda, permette di lottare contro la dissenteria e, se si consuma tritata o cotta, risulta ideale per far fronte al problema della costipazione. Si possono abituare i bambini a mangiare le mele cotte al forno, così come sottoforma di marmellate e di composte.
  • L’UVA. Ricca di vitamine A, B, e C, l’uva è un’importante fonte di energia, che aiuta a prevenire i raffreddori e l’influenza. In questo senso, è meglio consumare l’uva nera, dato che contiene antiossidanti. L’ideale è consumare uva organica e offrirla ai bambini con la pelle, ben lavata, dato che l’uva concentra nella pelle la maggior parte degli elementi nutrivi.
  • IL CACO E IL MELOGRANO. Il caco, dolce e ricco di zuccheri semplici, apporta molti minerali all’organismo, cosa che rende questo frutto perfetto per combattere la stanchezza e l’esaurimento fisico. Contiene vitamine C e A, aiuta a rinforzare le difese, è ricco di potassio e licopene, una sostanza che aiuta a mantenere la pelle elastica e ha effetti diuretici. Il melograno è un altro frutto tipico dell’autunno che protegge dall’influenza, è ricco di vitamina C, migliora l’umore e riduce lo stress.
  • LA CASTAGNA. Frutto molto ricco in amido, la castagna apporta all’organismo energia che dura a lungo, per questo permette di far fronte  alla stanchezza. I bambini possono consumare castagne arrosto o cucinate. Per renderle più digeribili per il piccolo, un trucco consiste nell’aggiungere un pizzico di sale e di finocchio quando l’acqua sta bollendo.
  • LE NOCI E LE MANDORLE. Ricche di acidi grassi polinsaturi e di vitamina E, le noci e le mandorle sono un eccellente fonte di energia e permettono la prevenzione dell’accumulo di colesterolo nel sangue. In più, contengono molti minerali: ferro, calcio, magnesio e vitamine A, B1e B2. Tuttavia, entrambe questi frutti secchi sono calorici e per questo motivo bisogna moderare il loro consumo

Leggi anche

Seguici