Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

8 Consigli per Ricordare i Sogni

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

25 Ottobre 2014

ricordare i sogni

Avete mai avuto la sensazione di avere sognato ma di non ricordare bene il sogno appena fatto al mattino?

Bene, succede spesso che quando ci si sveglia non ci si ricordi perfettamente dei sogni.

Questo, secondo un gruppo di ricercatori dell’Università di Roma “Sapienza” e dell’Associazione Fatebenefratelli per la ricerca (AfaR), in collaborazione con le Università dell’Aquila e Bologna, dipende dalle oscillazioni elettriche durante la fase REM del nostro sonno (leggi qui l’articolo completo pubblicato su Le Scienze.it).

Lo studio scientifico, pubblicato anche sul Journal of Neuroscience, spiega che in presenza di specifiche oscillazioni nelle aree frontali del nostro cervello rende possibile il ricordo dei sogni, presenza che si manifesta anche quando da svegli viene richiesto di ricordare un avvenimento specifico.

Luigi De Gennaro, coordinatore della ricerca, afferma: “non sappiamo ancora perché ricordiamo o dimentichiamo i sogni, ma abbiamo finalmente identificato come ricordiamo e come dimentichiamo. Il nostro compito di neuroscienziati è di capire i meccanismi, mentre lasciamo agli psicoterapeuti e agli psicoanalisti la risposta sulle cause ultime”

E noi di vitadamamma invece vi suggeriamo qualche trucco per ricordare meglio i vostri sogni

– Il primo e più immediato suggerimento è appuntarli immediatamente quando ci si sveglia il sogno che si stava facendo.

Vasco Rossi cantava “e i sogni poi svaniscono”, ed è effettivamente così, i sogni si dimenticano in fretta, allora se si vuole tenere una sorta di diario onirico è utile tenere un blocchetto e una penna sul comodino, per trascriverli appena “vissuti”.

ricordare i sogni 2

– Un altro consiglio è quello di “pilotare” i sogni. Mia sorella lo faceva da piccola, ovvero prima di andare a letto, per evitare gli incubi si preparava mentalmente ad accogliere bei sogni, e sembra che funzionasse.

Lo scienziato Stephen LaBerge ha addirittura coniato il termine onironautica, per indicare un’esperienza chiamata sogno lucido, ovvero il riuscire a prendere coscienza del sogno e indirizzarlo a proprio piacimento (fonte wikipedia )

– Al mattino poi, se si vogliono ricordare meglio i sogni, sarebbe opportuno svegliarsi naturalmente. Un allarme infatti potrebbe distrarci dal sogno, o stimolarci a pensare di dovere compiere azioni più “prioritarie”, portando così la nostra mente a dimenticare.

– Alcune teorie sostengono che anche la posizione del corpo nel letto induca a ricordare meglio il sogno.

Ovvero, mantenere la stessa posizione che si aveva durante il sogno contribuirebbe a ricordarlo meglio. Muovendosi invece da quella potrebbe indurre il nostro cervello a dimenticare con maggiore rapidità.

– Un altro trucchetto che può servire a ricordare i sogni è sforzarsi di chiedersi durante il giorno “cosa ho sognato?”. Frequentemente si potrà ripensare al sogno e focalizzare la nostra attenzione su di esso.

ricordare i sogni 3

– Un altro metodo è il “riavvolgimento”, ovvero ripercorrere mentalmente le prime azioni del risveglio cercando di ricostruire anche quello che si è sognato nei momenti antecedenti. Spesso questa tecnica funziona a ricordare i sogni.

– A volte succede poi che ci si ricordi di un sogno durante la giornata, in un momento qualunque.

Anche in questo caso è utile annotarlo, per avere memoria in futuro.

– Un altro metodo per ricordare i sogni è la meditazione, indicata come tecnica di rilassamento, che potrebbe indurre l’individuo a focalizzare la propria attenzione sull’attività onirica con maggiore facilità.

Fonte: Sogno Lucido

Leggi anche

Seguici