Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Come si Prepara il Lievito Madre, Ricetta

Come si prepara il lievito naturale

Chiara Gasperini

di Chiara Gasperini

18 Novembre 2014

 

lievito madre

Tutte noi cerchiamo sempre più, di avere in casa prodotti naturali, ma soprattutto sani e che non contengano ingredienti chimici.

Per cui stiamo tornando un po’ alle origini, come del resto facevano le nostre nonne e anche le nostre bis nonne.

Una di queste preparazioni, che nel passato era all’ordine del giorno, è il lievito madre.

Con questo lievito, che è completamente formato da ingredienti sani, si possono preparare tutte quelle ricette che richiedono la lievitazione per cui: pane, focacce, pizze, ma anche dolci, compresi i nostri amati panettone, pandoro e colomba.

La cosa fondamentale che deve essere fatta una volta ottenuta la nostra pasta madre è quella di rinfrescarla ogni due giorni oppure prima dell’utilizzo del nostro lievito.

Inoltre bisogna, soprattutto la prima volta che si utilizza, capire come si comporta durante la lievitazione e di conseguenza, magari in questa occasione, usarne un po’ di più rispetto alla dose consigliata. Le dosi per poterlo utilizzare di solito sono: 100 gr di lievito madre per 500 gr di farina. Una cosa fondamentale è ricordarsi di tenerne da parte almeno 200 gr da poi rinfrescare e riutilizzare per la nostra prossima preparazione.

Ingredienti:

  • 200 gr di farina 0 o anche 00 di ottima qualità
  • 100 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di miele naturale

 Il miele può essere sostituito anche con succo di pomodoro, mosto d’uva, succo di mele oppure con dello yogurt.

Preparazione:

 1 Preparare tutti gli ingredienti che ci serviranno e pulire il piano di lavoro.

 2  Mescolare in un contenitore con un cucchiaio di legno, tutti i nostri ingredienti fino ad ottenere un impasto ben sodo

 3 Trasferire l’impasto in una ciotola di vetro pulita

 4 Coprire il preparato con un canovaccio umido e chiudere molto bene con della pellicola da cucina, in modo tale che ci sarà umidità costante all’interno del contenitore e fate riposare per 48 ore, in un ambiente caldo.

5 Ora, trascorse le 48 ore, bisogna rinfrescare la preparazione. Quindi pesate la pasta e aggiungete farina pari al peso del lievito madre e acqua pari alla metà del peso dell’impasto. Una volta ottenuto un impasto omogeneo, coprite nuovamente con il telo inumidito e la pellicola e fate riposare per altre 48 ore, trascorse le quali bisogna ripetere l’operazione di rinfresco della pasta con le stesse quantità indicate in precedenza.

6 Trascorso questo periodo togliete la pellicola e il telo ed eliminate la crosta che si sarà formata sull’impasto e noterete che esso avrà un aspetto spugnoso nel pieno della sua fermentazione.

7 Una volta tolta la crosta prendete il vostro impasto e mettetelo sul piano di lavoro. Tagliatelo a pezzetti che abbiano lo stesso peso, e metteteli in un altro contenitore. Giunti a questa operazione bisogna procedere al lavaggio. Quindi versate sul vostro lievito madre dell’acqua che deve essere la metà del peso della massa totale.

8 Ridurre i pezzetti, con l’uso delle mani, in poltiglia

9 Incorporate lo stesso peso di farina del lievito madre ottenuto e impastate. Mettete il tutto sul piano di lavoro e continuate a lavorare bene, fino ad ottenere un imposto morbido ed omogeneo. Giunti a questo punto riponete il vostro lievito in un contenitore di vetro e sigillate perfettamente con un coperchio. Conservate in frigorifero il lievito madre

Bisogna tener presente che il vostro lievito madre va rinfrescato, o meglio dire nutrito, quindi se lo tenete costantemente in frigorifero, basta rinfrescarlo una volta alla settimana usando 200 gr di lievito madre, 200 gr di farina e 100 ml di acqua, mentre se lo tenete a temperatura ambiente questo procedimento va effettuato almeno ogni due giorni.

Quando vorremo usare il nostro prezioso lievito madre che avremo tenuto in frigorifero bisogna ricordarsi di riportalo a temperatura ambiente prima di eseguire la ricetta da noi scelta, ma soprattutto di conservare almeno 200 gr di lievito, in modo tale da averne per le future ricette.

pane

 

Leggi anche

Seguici