Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

8 Modi per Riutilizzare l’Acqua dell’Asciugatrice

Come risparmiare acqua e riciclarla!

Gioela Saga

di Gioela Saga

23 Gennaio 2015

Modi per Riutilizzare l'Acqua dell'Asciugatrice

Le asciugatrici sono sempre più diffuse nelle nostre case, sarà perché il clima sta cambiando e non è sempre facile in alcuni periodi far asciugare i panni, forse anche perché le nuove tecnologie le hanno anche rese più economiche ed ecocompatibili, senza far lievitare in modo eccessivo la bolletta della luce elettrica.

In caso poi di famiglia numerosa è davvero, come si suol dire, “una mano santa”.

Le asciugatrici, grazie al sistema a condensazione, raccolgono in una vaschetta parecchia acqua per ogni ciclo e come sempre ci siamo chiesti se questa preziosa acqua potesse esser riciclata e come.

Partiamo con il dire che l’acqua di condensa è senza calcare e sali minerali, di fatto abbiamo a disposizione dell’acqua demineralizzata che possiamo riutilizzare per diverse esigenze domestiche, nell’ottica del risparmio e del rispetto dell’ambiente.

Vediamo in che modo possiamo procedere al riuso:

1 – L’uso più immediato, visto che vicino all’asciugatrice avrete sicuramente una lavatrice, è quello di poter riutilizzare l’acqua residua dell’asciugatura per il bucato successivo. Potete dunque mettere l’acqua nel cestello vuoto per fare in modo che nel ciclo di lavaggio la lavatrice ne carichi meno.

2 – Sempre per il bucato, potete riutilizzare l’acqua per l’ammollo in vaschetta dei capi più delicati, da smacchiare o da pretrattare.

3 – Potete usarla anche per l’ammollo delle stoviglie prima di lavarle.

4 – Naturalmente potete raccoglierla in taniche da usare al posto dell’acqua di scarico dello sciacquone del water.

5 – L’acqua residua delle asciugatrici potrebbe contenere tracce di fibre dei tessuti, per questo, usando della normale carta assorbente da cucina, potete filtrarla e usarla poi negli apparecchi ad acqua come i ferri da stiro a vapore o gli umidificatori. Senza questo filtraggio preventivo potreste rovinarli a lungo andare.

6 – Potete usare l’acqua per riempire le bacinelle o gli umidificatori in coccio dei caloriferi.

7 – Potete riutilizzarla per pulire il lavello o altre pentole in acciaio, in quanto è priva di calcare.

8 – Potete utilizzarla per farvi lo shampoo far splendere i vostri capelli.

Non potete invece, in nessun caso, utilizzarla come acqua potabile per voi o gli animali.

Per quanto riguarda l’utilizzo per innaffiare fiori e piante, le voci sono discordanti, è da valutare attentamente in base alle dichiarazioni dell’apparecchio che possedete perché l’acqua di condensa potrebbe contenere tracce di ammorbidente o detersivo e inquinare il terreno oltre che danneggiare le colture.

Leggi anche

Seguici