Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Spirale, metodo anticoncezionale per prevenire la gravidanza

DanielaBrancaccio

di Dott.ssa Daniela Brancaccio

23 Marzo 2011

LA SPIRALE o IUD

Caratteristiche principali in sintesi:


  • La spirale è un piccolo dispositivo a forma di T inserito nell’utero per impedire la gravidanza
  • Sicuro, efficace e duraturo
  • Deve essere inserito da un medico
  • Costa tra i 100 ed i 200 euro  ma dura più anni (in genere ha una vita media di 3\5 anni)

COS’E’ LA SPIRALE ( IUD)?

Le lettere IUD stanno per dispositivo intrauterino (intrauterine device). Si tratta di piccoli dispositivi a forma di T di plastica flessibile. Un medico di solito li inserisce nell’utero della donna per evitare la gravidanza.  

Alcuni modelli di spirale rilasciano (in modo graduale) anche un piccolo quantitativo di progesterone, un ormone. Esso dura dai tre ai cinque anni,  ma la durata varia dalle marche farmaceutiche disponibili. Le spirali a rilascio di progesterone vengono adoperate quando alla esigenza contraccettiva si associano problemi o patologie ginecologiche, quindi sarà il medico a valutare quale sia la migliore IUD per la donna.

COME FUNZIONA?

La spirale  influenza la motilità dello sperma (il rame che circonda la base della spirale ha il potere di “indebolire” gli spermatozoi), evitando che esso si unisca all’ovulo e che si verifichi la gravidanza. La spirale, inoltre, altera il contorno uterino, infatti la presenza del dispositivo dovrebbe impedire ad un ovulo, eventualmente fecondato di annidarsi nella parete dell’utero.

Nelle spirali conteneti progesterone questo ormone agisce come nei contraccettivi ormonali, esso, ove presente nell’IUD, aiuta a proteggere dalla gravidanza impedendo alle ovaie femminili di rilasciare ovuli ( ovulazione). La gravidanza non si può verificare se nessun ovulo è fecondato dal liquido seminale. Inoltre il progesterone ispessisce il muco cervicale della donna, il quale blocca lo sperma ed evita che si unisca all’ovulo.

La comune spirale (quella non contenente progesterone) è un contraccettivo meccanico e non ormonale, diversamente le spirali con portata di progesterone a lento rilascio sono contraccettivi ormonali. Questo secondo genere di spirale ha un costo maggiore rispetto alla prima.

QUANTO E EFFICACE?

L’efficacia è una preoccupazione importante e comune quando si sceglie un metodo di controllo delle nascite. La spirale è una delle forme più efficaci di controllo delle nascite. Meno di una donna su 100 ogni anno resta incinta se la utilizza correttamente, ovvero sotto controllo medico.

Tenete presente che l’ IUD non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili, quindi in caso di rapporti a rischio utilizzate un preservativo.

QUANTO E’ SICURA LA SPIRALE?

La maggior parte delle donne che fanno uso dell’IUD non hanno problemi. Ma ogni medicina ed ogni dispositivo medico presenta dei rischi, sicché la sicurezza è una preoccupazione comune quando si sceglie un metodo contraccettivo. Alcune condizioni aumentano il rischio di effetti collaterali. Parlatene con il vostro medico per sapere se e come una spirale è sicura per voi. Ci sono molti altri metodi di controllo delle nascite che possono essere una valida alternativa.

Non dovreste utilizzare un IUD se:

  • avete avuto un’infiammazione pelvica dopo il parto o avete subito un aborto negli ultimi tre mesi
  • avete o potreste avere una malattia sessualmente trasmissibile
  • pensate di essere incinta
  • avete un cancro cervicale che non è stato curato
  • avete il cancro all’utero
  • avete perdite ingiustificate
  • soffrite di tubercolosi pelvica
  • siete allergici al rame o avete una malattia ereditaria che impedisce all’organismo di liberarsi del rame
  • soffrite di malattie al fegato
  • avete o potreste avere cancro al seno

Il medico può valutare se la forma o le caratteristiche anatomiche di una donna non permettono la sistemazione dell’IUD, la qual cosa si verifica molto di rado Se manifestate delle condizioni che possono rendere poco sicuro l’uso della spirale, non preoccupatevi. Ci sono molti altri metodi che possono essere sicuri per voi.

QUALI SONO I VANTAGGI ?

E’ un dei  più economici  e duraturi metodi anticoncezionali disponibili oggi. Ci sono molti altri benefici:

  • L’IUD può migliorare la vostra vita sessuale. Non c’è nulla da sistemare prima del rapporto sessuale per evitare la gravidanza. Alcune donne dicono che si sentono libere di essere più spontanee perché non devono preoccuparsi di restare incinta.
  • Non cambia il desiderio sessuale di una donna. La spirale non ormonale, quella che non rilascia progesterone, che è poi la più comune, non influisce in nessun modo sugli equilibri biologici della donna.
  • Si può usare durante l’allattamento

Alcune donne si preoccupano di essere incinta se non hanno un ciclo regolare. Ma l’IUD è molto efficace, se siete preoccupate di una possibile gravidanza, fate comunque un test.

In genere la maggior parte delle donne che la utilizzano sono soddisfatte della loro scelta ( il 99%).

QUALI SONO GLI SVANTAGGI DI UN IUD?

E’ importante parlare dei possibili effetto collaterali di un IUD.

Potreste avere:

  • dolore quando inserite la spirale (il ginecologo vi consiglierà l’antidolorifico adatto in caso di dolore),
  • crampi alla schiena per pochi giorni,
  • perdite di sangue tra un ciclo e l’altro nei primi tre, sei mesi,
  • cicli irregolari nei primi tre, sei mesi,
  • cicli più pesanti e forti crampi mestruali.

Dei semplici antidolorifici possono di solito ridurre le perdite, i crampi e altri fastidi. Se sono gravi e sembrano non diminuire, parlatene con il vostro medico.

Problemi gravi con la spirale sono rari. Ci sono tre cose principali da considerare quando si utilizza un IUD

  • Alle volte l’IUD può scivolare via dall’utero, completamente o in parte. Questo è più probabile che accada per le donne che sono più giovani e non hanno mai avuto un bambino. Se ciò accade potrebbe verificarsi una gravidanza, in ogni caso va rimosso.
  • In rari casi, una donna potrebbe sviluppare un’infezione quando utilizza la spirale. Ciò accade se dei batteri vengono a contatto con l’utero nel momento in cui il dispositivo è inserito. La maggior parte delle infezioni si sviluppano nelle prime tre settimane dall’inserimento dell’IUD. Se l’infezione non viene curata, può influenzare la possibilità di una donna di restare incinta nel futuro. Questo effetto collaterale si previene nella normalità dei casi con la somministrazione di un antibiotico specifico, il ginecologo dopo avervi inserito il dispositivo vi darà le indicazioni di specie.
  • In casi molto rari, quando si inserisce la spirale, essa può premere sulle pareti dell’utero. Ciò può essere doloroso, ma di solito non lo è. Solitamente, quando ciò accade il medico provvederà a sistemare meglio il dispositivo. Ma se non si verifica ciò, l’IUD si può spostare. Se portate la spirale fate sempre i controlli di rito che il medico vi indicherà.

Molto spesso, se si verificano complicazioni, sono facili da trattare con medicine o altre cure.

E’ importante far attenzione a qualsiasi sintomo che si può verificare dopo aver iniziato l’utilizzo della spirale. Parlatene immediatamente con il medico se:

  • vi accorgete che la lunghezza delle estremità del filo è minore o maggiore di quando lo era all’inizio nel momento in cui lo controllate con il tatto o, se non usate controllarlo con il tatto, se avvertite differenze nel rapporto sessuale (per esempio il compagno sente il filo che mai aveva sentito prima)
  • non riuscite a trovare l’estremità del filo
  • sentite la parte di plastica a forma di T che poggia contro la cervice, quando controllate
  • pensate di essere incinta
  • avete dei cicli più lunghi e pesanti del normale
  • avete forti dolori addominali
  • avete sanguinamento o dolore durante il rapporto sessuale
  • avete febbre senza una causa
  • avete sintomi da raffreddamento come dolore ai muscoli e stanchezza
  • avete perdite vaginali insolite
  • il ciclo vi salta o è insolitamente leggero
  • avete perdite ematiche vaginali senza motivo

L’IUD E LA GRAVIDANZA

Il rischio di gravidanza durante l’utilizzo della spirale è molto basso. Ma se essa si sposta, tale rischio aumenta. Se restate incinta, fate togliere il dispositivo appena scoprite di esserlo. Se siete incinta mentre la spirale è ancora in posizione, c’è un maggior rischio di:

  • gravidanza ectopica
  • pericolose infezioni pelviche
  • aborto
  • nascita prematura

Anche con questi rischi, alcune donne scelgono di non farsi togliere l’IUD durante la gravidanza. Se anche voi non volete che venga tolto durante la gravidanza, dovreste parlarne con il vostro medico durante i nove mesi della gravidanza.

I sintomi di una gravidanza ectopica includono

  • sanguinamento vaginale irregolare
  • dolori all’addome o alle spalle
  • improvvisa debolezza o svenimenti

Se provate uno qualsiasi di questi sintomi mentre utilizzate la spirale, sottoponetevi a  cure mediche immediatamente.

QUANTO TEMPO DOPO AVER INSERITO LA SPIRALE POSSO INIZIARE AD AVERE RAPPORTI SESSUALI?

Potete avere rapporti sessuali in qualsiasi momento lo vogliate dopo che l’IUD viene inserito. Esso è efficace da subito, ma vi sono alcune marche in cui la protezione inizia dopo sette giorni, quindi è bene assicurarsi di ciò chiedendo al vostro medico.

COSA ACCADE QUANDO INSERISCO UN IUD?

Per inserire un IUD avete bisogno di sottoporvi a una visita medica. Il vostro specialista vi farà delle domande riguardo alla vostra storia medica e alla vostra vita. E’ importante essere chiari riguardo alla vostra vita sessuale perché la spirale potrebbe non essere adatta a voi. Ma non preoccupatevi, ci sono molti altri metodi di controllo delle nascite da scegliere come alternativa.

Se l’IUD è invece una buona scelta per voi, il vostro medico si assicurerà che non abbiate contratto malattie sessualmente trasmissibili, di modo da poter inserire il dispositivo. Se avete qualsiasi tipo di infezione pelvica, potreste avere bisogno di una cura prima di iniziare ad usare il dispositivo.

La spirale si può inserire in qualsiasi momento del mese,alcuni medici trovano che per la donna sia più confortevole se inserito a metà del ciclo mestruale, ovvero quando la cervice uterina è più dilatata, altri effettuano l’operazione durante il giorno di maggiore flusso.

Si può inserire una spirale dopo una gravidanza o un aborto, affidatevi alle valutazioni del medico circa i tempi giusti.

E’ comune per le donne avere dei crampi quando l’IUD viene inserito. I crampi vanno via dopo un po’ di riposo o se si prendono delle medicine.

Quando si inserisce la spirale, alcune donne possono sentirsi deboli. Difficilmente una donna può svenire, cercate di non guidare o tornare a casa da soli dopo che vi siete fatte inserire il dispositivo.

Quando si inserisce la spirale, c’è un filo che scende in vagina lungo pochi centimetri e permette la rimozione ed il controllo di quest’ultima, potreste sentire qual filo e durante i rapporti potrebbe avvertirlo il vostro compagno, niente paura se il filo infastidisce i rapporti sessuali il ginecologo provvederà ad accorciarlo.

Fonte: http://www.plannedparenthood.org/health-topics/birth-control/iud-4245.htm

Leggi anche

Seguici