Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Anoressia: Rischi, i 10 Pericoli più Grandi

Anoressia: i 10 Maggiori rischi di decadimento organico e psichico.

Giuseppe Gagliano

di Giuseppe Gagliano

26 Novembre 2014

problemi anoressia

I disturbi del comportamento alimentare possono avere conseguenze gravi sull’organismo.

I danni maggiori sono a carico dell’apparato digerente, cardiocircolatorio, respiratorio ma in essi sono compresi un’innumerevole quantità di organi che vengono coinvolti in patologie a volte gravi o irreversibili.

Il cuore, il fegato, i reni ma anche gengive, capelli, denti, ossa, sono soggetti ad alterazione e tutto può confluire o contribuire a deteriorare l’equilibrio psicologico con conseguente depressione, ansia, sbalzi di umore fino a sindromi bipolari potenzialmente già in embrione e che in un soggetto sano sarebbero rimaste latenti o poco evidenti. Se non trattate in tempo queste patologie possono divenire anche croniche.

Vediamo più da vicino quali conseguenze ha l’anoressia su un’adolescente, sapendo che è proprio questa l’età più a rischio:

1  Il Cuore è l’organo maggiormente bersagliato. Questo organo è un muscolo che si nutre di proteine in modo prioritario. Esso, funzionando, consuma la sua struttura proteica che va ripristinata costantemente attraverso il cibo perché il corpo non la produce da sé.

Non avendo sufficiente apporto proteico, come ogni altro muscolo, si indebolisce e, se inizialmente perde solo un po’ di tono, in seguito comincia a perdere struttura e rallenta la sua forza pressoria, in entrata e in uscita; non prende adeguatamente ossigeno dai polmoni e non elimina anidride carbonica in modo soddisfacente.

A causare aritmie, inoltre, è anche la carenza di minerali  e di zuccheri.

2 I Polmoni sono organi molto vascolarizzati ma anche con un significativo quantitativo di acqua per la loro normale o patologica funzione mucolitica. Se nutriti da un sangue non pulito e da insufficiente acqua, cominciano ad ammalarsi.

3 – I Reni sono ghiandole che filtrano continuamente il sangue e lo puliscono dalle normali scorie ma, se le scorie alimentari sono scarse, mentre quelle interne dell’organismo aumentano, essi si trovano con un sovraccarico di lavoro che può avere una durata limitata nel tempo, dopo di che cominciano a soffrire ed ammalarsi.

4 – L’Intestino comincia ad impigrirsi proprio perché perde l’attitudine al lavoro della digestione e sappiamo che lo stimolo della fame, dopo un certo numero di ore che si è mangiato, avviene di riflesso alla digestione. Se essa non avviene, o lo fa in modo sempre più limitato e scostante, il senso della fame comincia a non presentarsi più.

5 – Dopo il cuore, anche il Cervello, oltre a non essere nutrito a sufficienza, viene male irrorato dal sangue per cui molti centri nervosi vengono compromessi, alterando l’equilibrio psicofisico dell’anoressica. Oltretutto, nel cervello, alcuni ormoni che regolano l’umore, i cicli circadiani e altro, subiscono delle alterazioni che arrecano notevole disagio, fino a portare a problemi psichiatrici.

6 – A proposito di Ormoni, l’anoressia può causare la carenza di produzione di alcuni ormoni come quelli sessuali, la cui carenza contribuisce a ritardi nell’avvio della pubertà fino ad amenorrea; per i più adulti al calo della libido; negli uomini, anche se più raramente, si arriva all’impotenza e in entrambi i sessi si possono verificare casi di sterilità.

7 – La Pelle delle persone anoressiche appare sempre molto secca perché poco idratata ma è anche poco difesa, sia dal normale film dermolipidico che dall’assottigliamento dei vari strati dermici più interni, divenendo, così, più vulnerabile ed attaccabile da agenti patogeni esterni ma anche da batteri e virus già presenti nell’organismo che, in una persona sana, trovano risposta attraverso le difese immunitarie fisiologiche.

Potrebbe, inoltre, verificarsi la comparsa di lievi forme di irsutismo sulla schiena e sul volto, a causa di dette disfunzioni ormonali.

8 – I Capelli si sfibrano e divengono sottili a causa della carenza di proteine e, oltre a spezzarsi, possono anche cadere per indebolimento o morte del bulbo pilifero. Come i capelli, anche le Unghie si indeboliscono per mancanza di proteine, sfaldandosi e spezzandosi facilmente.

9 – Le Ossa perdono calcio a causa della carenza di minerali ma soprattutto per un processo secondo cui, tutte quelle parti dell’organismo che funzionano richiedendo calcio, non potendone reperire attraverso l’alimentazione, lo sottraggono allo scheletro che, a lungo andare, comincia una demineralizzazione con conseguente osteoporosi.

10 – I Muscoli, dicevamo a proposito di Cuore, si nutrono di proteine, ossigeno acqua lavorano attraverso le calorie fornite dagli zuccheri ma se vengono privati di questa nutrizione, per un certo periodo continuano il loro lavoro attraverso l’autodigestione, cioè prendendo nutrimento dalla riserva dei grassi che ritrasformano in zuccheri ed energia, poi cominciano ad usare le strutture proteiche degli stessi muscoli, indebolendoli.

Le cure prevedono, dunque, una serie complessa di indagini che risalgono alle fonti dell’anoressia ma devono svilupparsi attraverso i sintomi e le patologie correlate.

Se hai trovato le nostre informazioni interessanti

iscriviti alla Newsletter di Vita Da Mamma,

riceverai presto altri approfondimenti su:  

Viaggio lungo il tunnel dei disordini alimentari”

– è tutto completamente gratis, basta iscriverti qui: 

vita da mamma newsletter

 

Leggi anche

Seguici