Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

La Fine del Mondo: 21 dicembre 2014, 3 Giorni di Buio su Tutta la Terra

Sta arrivando un'altra fine del mondo, profetizzata, annunciata, ma...

Federica Federico

di Federica Federico

20 Novembre 2014

fine del mondo

“3 giorni di buio abbracceranno la terra stringendo il mondo in una grigia  e nefasta morsa oscura, sta per succedere! Accadrà a dicembre tra giorno 21 e giorno 23”,

è questo l’allarme (o la profezia, che dir si voglia) che sta dilagando in rete, complice la condivisione disinformata e istintiva sui social network. 

I 3 giorni di buio sono una bufala strutturata e sostenuta su false credenze religiose e potenziata anche dall’avvicinarsi della fine dell’anno (laddove la chiusura del calendario è spesso foriera di profezie clamorose sulla fine del mondo).

Esaminiamo l’allarme così come è stato proposto in rete:

L’intero pianeta precipiterà nel buio per tre giorni: il 21, 22 e 23 dicembre 2014. 

Sulla terra si abbatterà una terribile tempesta solare determinata da un accadimento astronomico ovvero dall’allineamento di alcuni pianeti del sistema solare.

Detto allineamento sarà la causa prima dell’oscurità perché  impedirà alla luce del Sole di raggiungere, riscaldare ed illuminare la Terra.

Sarà,altresì, importante prepararsi all’isolamento più completo e insormontabile perché  la tempesta cosmica impedirà il funzionamento di tutti gli apparecchi elettronici.”

Ovviamente i sostenitori di questo “allarme cosmico” non usano il condizionale né indagano sulla effettiva possibilità scientifica dell’ipotesi asserita: molti annunciano la tempesta (o la fine del mondo) come un avvenimento “certo”. Ma su quali basi?

L’allineamento dei pianeti del sistema solare è una possibilità prevista dalla scienza, spiegata e dimostrata nelle cosiddette eclissi che, in alcuni casi ed in alcune circostanze, possono determinare pure fenomeni di oscuramento terrestre per interposizione della luna tra il nostro pianeta ed il sole. 

eclissi

Attenzione:

  • per la struttura stessa del sistema solare,  per la “danza dei pianeti” che normalmente e regolarmente effettuano i loro ciclici spostamenti e compiono i loro cadenzati movimenti nell’universo, è assolutamente impensabile che un allineamento possa persistere per 3 giorni.
  • Un oscuramento siffatto del globo terrestre pretenderebbe un immobilismo della terra e della luna che è assolutamente contrario ad ogni principio scientifico e ad ogni legge fisica.
  • Inoltre è difficile pensare ad un oscuramento totale della terra, anche durante un’eclissi solare il fenomeno dell’oscuramento terrestre è limitato solo a delle aree particolari e corrispondenti al un cosiddetto cono d’ombra.

cono d'ombra

Ciò detto appare impossibile che l’idea della tempesta cosmica possa avere un valore scientifico anche solo probabile, sembra un’idea apertamente opposta alla leggi dell’universo!

Come i fautori dell’allarme giustificano la minaccia imminente al nostro pianeta?

Chi sostiene l’allarme cosmico rimanda ad una fonte illustre: il direttore della NASA Charles F. Bolden, sarebbe stato Lui in persona, in una video intervista, pubblicata anche su YouTube, a sostenere che la terribile tempesta cosmica è in arrivo, lo avrebbe fatto preparando la popolazione mondiale al peggio.

Ebbene il video, che pure esiste, è il risultato di una manipolazione delle notizie orientata ad alimentare la bufala: le parole di Charles F Bolden sono state estrapolate da una più datata intervista che aveva ad oggetto i cataclismi naturali e quindi spiegava alla popolazione come prepararsi e come reagire in caso di eventi estremi quali tornado o terremoti.

E’ forse tautologico ma vale la pena sottolineare che la NASA per il tramite del suo direttore non ha mai confermato nessun allarme cosmico, né ha avanzato nemmeno l’ipotesi di un possibile pericolo remoto in tal senso.

La fine dell’anno, con la chiusura del calendario, è spesso foriera di profezie clamorose sulla fine del mondo.

Lo abbiamo appena accennato in un passaggio di questo stesso scritto ed è una verità comprovabile: con l’avvicinarsi della fine dell’anno facilmente si inciampa in profezie catastrofiche o semplicemente si rianimano vecchie bufale sulla fine del mondo.

Nel 2012 tenne banco la profezia dei Maya, quest’anno è tornata la tempesta cosmica! 

Non ho scritto a caso “è tornata”, in realtà questa profezia è una vecchia bufala che con qualche correzione più o meno evidente è stata ciclicamente riproposta negli ultimi anni.

Addirittura nella versione d’oltreoceano i giorni di previsto buio sarebbero ben 6 e non 3 come riportano le “pseudo-fonti” italiane.

 

Ci sono infine i “mistici” ovvero coloro i quali credono e asseriscono che l’evento catastrofico avverrà “per volere divino” se pure contro ogni principio scientifico.

Secondo gli assertori di questa mistica cristiana i tre giorni di buio sono stati variamente profetizzati: dal’Apocalisse a Padre Pio, ma le citazioni si ribaltano tutte in interpretazioni quantomeno mirate (per non dire finalizzate o manipolate).

 

Leggi anche

Seguici