Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Cibi afrodisiaci: cosa mangiare per stimolare il desiderio

di Dott. Giuliano Gaglione

29 Marzo 2011

Cibo e sesso: binomio vincente

Mamme, papà, accompagnate i vostri pargoli nel lasciarsi avvolgere  tra le calorose braccia di Morfeo, assicuratevi che siano tranquilli nei loro lettini……… è finalmente  arrivato il vostro momento! Questo articolo è dedicato a tutte le coppie che desiderino rimedi “piccanti”, ma soprattutto naturali per stimolare le loro pulsioni sessuali.

Innanzitutto definiamo cosa sia una pulsione sessuale, visto che è più difficile descriverla che provarla; dunque, la pulsione sessuale o libido è un’energia che rappresenta un desiderio di tipo sessuale che può essere influenzato da fattori ormonali, fisici e psichici.

Ad incrementare questo desiderio ci possono essere tanti sistemi, innanzitutto l’attrazione fisica e mentale, la cosiddetta “chimica”, ma poi anche altri metodi come un abbigliamento provocante, sguardi ammiccanti oppure – ma solo in caso di disfunzioni fisiologiche, diagnosticate e monitorate da un medico professionista – si può ricorrere alla medicina con le cosiddette pillole blu.

Tuttavia esiste un altro “aiuto”, che definirei davvero intrigante, utile per poter svegliare tutte le cariche erotiche che serbate gelosamente dentro di voi e parlo del cibo.

Due sono le spezie che maggiormente favoriscono questo impulso: lo zafferano e il ginseng; dunque, risotti allo zafferano e pollo al ginseng a gogò se volete dei momenti travolgenti sotto le lenzuola; altre sostanze “stuzzicanti” sono rappresentate dalla yohimbina, ovvero una sostanza chimica derivata dagli alberi yohimbe dell’Africa occidentale, la pianta Brasiliana muira puama e la radice di Maca, ovvero una pianta di senape andina.

Un’altra sostanza che si dice abbia effetti afrodisiaci è il cioccolato; a sostegno i questa tesi,  Massimo Marcone, docente del Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’ Università Canadese di Gueplph, afferma che in questo alimento è presente una struttura molecolare denominata feniletilamina che potrebbe influire sui livelli di serotonina ed endorfine nel cervello. Inoltre il Professor Marcone afferma che questo sia il primo studio scientifico in cui si dà importanza agli afrodisiaci.

In particolare,vengono messi in primo piano alcuni prodotti naturali capaci di stimolare i desideri sessuali, ma, per contro, John Melnyk, che ha collaborato alla ricerca appena descritta,  ritiene che i rimedi farmacologici, oltre a non stimolare l’eros, possono provocare degli effetti collaterali quali mal di testa, dolori muscolari e disturbi alla vista.

Un’altra sostanza che potrebbe far incrementare il desiderio è l’alcool: se esso da un lato può effettivamente favorire gli impulsi libidici, dall’altro potrebbe creare problemi prestazionali.

In aggiunta esistono altri cibi utili per garantire un assoluto piacere ai vostri tête-à-tête, quali la noce moscata, i chiodi di garofano, zenzero, aglio e ambra grigia.

Nonostante questo sia il primo studio in cui viene data valenza scientifica all’importanza al rapporto cibo- sesso, Marcone dichiara che non vi sono ancora prove completamente attendibili per garantire un’assoluta efficacia afrodisiaca a questi cibi e pertanto sono necessari ulteriori studi clinici.

Cosa resta da dire: il menù è elencato, personalmente ritengo sia importante anche il movimento del corpo e delle mani mentre si mangia, li considero dei gesti assolutamente …. “stimolanti”, oltre a dei giochi di sguardi in cui si passa dall’indifferenza all’attenta osservazione dell’altro; insomma, queste sono delle ricette utili per poter provocare il vostro partner, ma non dimenticate mai su quale piatto poggiare queste pietanze, che è quello della naturalezza e dell’autenticità.

Leggi anche

Seguici