Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

I Lottatori di Wrestler Combattono per i Bambini Malati Come Connor

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

19 Dicembre 2014

connor

“Se pensate che il Wrestling sia uno sport stupido dovreste guardare questo video.”

Questa storia ha fatto ricredere anche me sul Wresling, che confesso di chiamare, a volte, il teatrino degli “Hulk” … che però tanto piace anche a mio figlio.

Tempo fa il mio piccolo, giocando, urlò al fratello, mentre facevano capriole sul tappeto “Sono John Cenaaaaa!!!” Io, ignara di cosa volesse dire, carpii “Gionsina”, salvo poi farmi spiegare sempre dal lottatore in erba che John Cena era un fortissimo Wrestler.

Per me era solo uno spettacolo abbastanza stupido di enormi cavernicoli che si pestavano su un ring.

Altra cosa la box, che è detta un’arte nobile, e che a confronto con il wrestling in effetti lo sembra anche a chi di pugilato non ne capisce e non ne vuole capire niente.

Poi però ho “incontrato” questo video, e mi sono un po’ ricreduta, almeno nel non pensare che anche i Wrestler sotto sotto nascondano un’anima nobile.

Il bimbo che si vede nel video si chiama Connor Michalek, aveva 8 anni, era di Hampton Township (Pennsylvania), ed è morto lo scorso aprile a causa di un Medulloblastoma, un raro tumore che colpisce il cervello e il midollo spinale.

Connor era un fan sfegatato del wrestling.

Seguiva i combattimenti, conosceva i campioni, il papà lo portava a bordo ring per vedere le sfide.

In un certo senso, nella sua brevissima vita ha esaudito un suo sogno prima di morire.

Questi enormi figuri lo avevano eletto loro mascotte, Daniel Bryan, un wrestler, lo ha diciamo così stretto sotto la sua ala protettrice, e ora che non c’è più hanno dato vita a un fondo in suo onore, che raccoglie denaro a favore della ricerca su questa malattia.

Il fondo si chiama “Connor’s Cure”, la cura di Connor, e aiuterà i bambini dell’ospedale di Pittsburgh, e altri affetti dal tumore che ha portato via Connor.

E non diciamo più che il Wrestling è uno sport stupido.

Leggi anche

Seguici