Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Quest’ Uomo Salvò 700 Bambini Durante l’Olocausto … Ora Non Sa che Sono Tutti Seduti per Fare una Cosa Veramente Emozionante per Lui! (VIDEO)

Una grande sorpresa per questo eroe!

Gioela Saga

di Gioela Saga

16 Dicembre 2014

3159

A volte è sorprendentemente piacevole sapere che alcune favole esistono davvero.

Accanto a tanto orrore, tanta crudeltà per cui spesso ci chiediamo mille “perché”, esistono persone che hanno un cuore profondo come l’universo e sono disposte a mettere a repentaglio la propria vita per quella degli altri.

Non solo la storia di Nicholas Winton è una di quelle che ci fa ricredere sulla natura umana, tanto minata da etichette ignobili di questi tempi, ma il modo in cui la sua storia è stata conosciuta è davvero emozionante e da lasciare senza fiato.

Questo anziano signore, classe 1909, dall’aspetto anche un po’ arcigno e tipicamente britannico ha compiuto un’opera davvero eroica.

Insignito del titolo di baronetto, sir Winton è anche definito lo Schindler del Regno Unito.

Durante gli anni dell’occupazione nazista in Cecoslovacchia, tra il 1938 e il 1939, aiutò a fuggire 669 bambini per la maggioranza ebrei, organizzò il loro viaggio in treno e una sistemazione nel Regno Unito. Un’opera filantropica immensa e inestimabile, che è rimasta pressoché sconosciuta fino a quando la moglie Greta, nel 1988, non trovò alcuni diari con dei ritagli che documentavano le fughe, con una lista completa di nomi.

Nel 1938 Nicholas stava organizzando una vacanza sulla neve in Svizzera, siamo alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale. Natale si avvicina e decide invece di andare a Praga ad aiutare un amico per trovare una sistemazione per alcuni bambini ebrei che diventarono più di 600, la maggior parte dei genitori perirono ad Auschwitz ma per loro fu la salvezza.

Durante una trasmissione prodotta dalla BBC That’s life, nel 1988, è stato invitato ed era ignaro che avrebbero fatto vedere proprio il suo album di ricordi per far conoscere la sua storia ma, ancora più sorprendente, a sua insaputa, nel pubblico, seduti proprio accanto a lui c’erano molti dei bambini sopravvissuti proprio grazie alla sua impresa, ormai adulti.

Nicholas Winton

La presentatrice chiede se qualcuno avesse già conosciuto prima sir Winton e dovesse a lui la propria vita, tra la commozione di tutti e l’evidente e immaginabile stupore di Nicholas, uno ad uno si alzano più di venti persone che lo applaudono e commosse lo ringraziano…

Una scena che tocca il cuore vedere gli occhi, gli sguardi di quelle persone che hanno trovato in Nicholas la salvezza insperata. Immaginare che grazie a lui non solo, fossero pochi, 669 bambini sono stati salvati ma anche i loro figli, i figli dei loro figli e tutto ciò che hanno potuto fare proprio grazie a lui e che altrimenti non sarebbe mai esistito, vittima di una follia sconfinata…

Per il suo 100° compleanno, Nicholas ha potuto fare un volo su un ultraleggero pilotato da Judy Leden, la figlia di un ragazzino sopravvissuto grazie a lui, campionessa di deltaplano e parapendio!

Proprio come in una favola il bene ripaga il bene e nello sguardo commosso di quelle persone si rivedono gli sguardi di tanti bambini spaventati ora felici e Nicholas Winton si asciuga gli occhi incredulo di aver fatto tanto, di vederli lì davanti a lui in un gesto di riconoscenza caloroso e incalcolabile.

Sicuramente avrete sentito la frase di Madre Teresa “Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno”. Ebbene, Sir Winton ne è l’esempio concreto, non si è fermato davanti a nulla e ha voluto regalare all’oceano tante preziose ed insostituibili gocce!

Video:

 

Leggi anche

Seguici