Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Dieta Post Abbuffata: Come Dimagrire Dopo le Feste (10 Consigli Infallibili)

Come perdere i chili accumulati durante le feste.

Giuseppe Gagliano

di Giuseppe Gagliano

02 Gennaio 2015

dieta post abbuffata: come dimagrire dopo le feste

Ogni anno si ripresenta puntuale il problema post festività:

come fare a staccare dai fianchi i cuscinetti che vi si sono incollati?

Bene! Armiamoci di pazienza perché non si riuscirà prima di un mesetto ma non ci scoraggiamo perché ogni giorno potrà scomparire qualche millimetro di girovita che risulterà, ogni sera, leggermente più tonica.

1 – Cominciamo con un po’ di movimento in più, quindi se avete una cyclette adoperatela per venti minuti consecutivi al giorno e se abitate ad un piano alto evitate di prendere l’ascensore.

2 – Le passeggiate veloci forniscono all’organismo più ossigeno che aiuta a bruciare qualche caloria.

3 – Se fate qualche sport, incrementate con cinque minuti in più al giorno di riscaldamento. Quindi niente traumi e niente fatica ma un po’ di pazienza.

Per quel che riguarda la dieta, invece, vorrei proporre delle strategie:

4 – Sapete già che bisogna diminuire il numero dei carboidrati (ad un adulto ne bastano 200 grammi al giorno) e magari sostituire le proteine animali con quelle vegetali, alternandole.

Cominciamo a fare delle cose che possono diventare dei riti anche successivamente:

5 – La mattina a digiuno, bevete un bicchiere di acqua nella quale è stato diluito un cucchiaio di aceto di mele, ottimo sciogli grasso, se usato con parsimonia, altrimenti potrebbe irritare la mucosa gastrica, partendo dall’esofago.

6 – Durante il giorno sorseggiate una bottiglietta di acqua nella quale è stato diluito il succo di un limone e la sera, se non prendete farmaci anti colesterolo della famiglia delle statine, potrete finire la cena con del succo di pompelmo. Gli agrumi, riportano il Ph dell’organismo verso l’alcalino, predisponendolo a funzionare meglio.

7 – Durante questo periodo evitate quanti più latticini potete, sostituendoli con frutta ricca di fibre, come i kiwi.

8 – Se non riuscite a rinunciare alla spolveratina di formaggio sulla pasta (poca) vi suggerisco di spolverare quello che si chiama formaggio vegano che si prepara frullando dei semi di lino con pari quantità di mandorle e un pizzico di sale oppure del lievito di birra inattivato con semi di girasole o lino o sesamo.

Questi semi hanno la facoltà di contrastare la formazione di trigliceridi che vengono eliminati invece che assorbiti e messi quindi in deposito. Così facendo, si brucia un po’ di quel che c’è nei pannicoli perché parte di quel che si mangia non arriva all’obiettivo deposito.

Ecco poi alcuni accorgimenti sempre validi.

9 – Naturalmente, se si mangia la pasta, evitare il pane.

Se nel piatto ci sono legumi, niente carne o pesce e, oltre al piatto unico e poco abbondante, bere molto, anche due litri di acqua al giorno.

10 – Evitare il sale e spezzare i pasti solo con agrumi, un frutto alla volta e non più di tre al giorno alternati con mele verdi, non più di una al giorno.

Unico inconveniente di questa dieta è quello di tenere d’occhio lo smalto dei denti che con limoni, kiwi, mele e aceto, potrebbe corrodersi. Un rimedio efficace può essere un buon colluttorio da usare tre volte al giorno, oppure, un ottimo colluttorio naturale, da non ingerire, può essere un sorso di latte col quale sciacquare per un minutino i denti.

Vi assicuro che quei tre o quattro chili messi su durante le feste, a fine gennaio non ci saranno più.

Leggi anche

Seguici