Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Gigi D’Alessio: Vittima di una Brutta Bufala Web

Gigi D'Alessio e il suo Concerto di Capodanno a Napoli - sul web una notizia da smentire, ecco cosa hanno scritto:

Federica Federico

di Federica Federico

28 Dicembre 2014

 

Gigi D'Alessio: Vittima di una Brutta Bufala Web

Gigi D’Alessio colpito da un malore, annullato il Capodanno in Piazza Plebiscito”, è questa la notizia che spicca tra le news di Google questa mattina, lo scoop proviene da questo sito: www.corsoitalianews.it

L’articolo porta la data di ieri e fa un annuncio caloroso: “il cantante Gigi D’Alessio  ricoverato all’ospedale Cardarelli di Napoli per intossicazione alimentare, annullato il concerto di Capodanno in Piazza Plebiscito.”

A Napoli, come da tradizione, l’anno vecchio verrà salutato con un grande concerto pubblico e gratuito nell’affascinante scenario di Piazza Plebiscito, nel cuore storico della città partenopea.

Da giorni di rincorrono le notizie migliori sugli artisti ospiti e la città, gusti musicali personali a parte, si prepara ad un evento importante.

<<E’ possibile che tutto si fermi per un problema di salute del protagonista principale e che da ieri ad oggi (stando alla date dell’articolo pubblicato su www.corsoitalianews.it) non ne parli nessuna testa nazionale?>>,

è questa la domanda che mi sono posta leggendo il breve articolo. 

Immediatamente ho fatto riferimento alla pagina Facebook dell’artista e la sorpresa è stata confortante: nessun accenno a nessun malore! 

Ovviamente sulla stessa pagina ufficiale neanche l’ombra di alcun intoppo: per Gigi D’Alessio tutto procede nel migliore dei modi verso il concerto di Capodanno.

Le testate nazionali fanno solo il conto alla rovescia e annunciano la presenza dei migliori artisti sul palco di Piazza Plebiscito.

E’ allora una bufala quella pubblicata sul sito www.corsoitalianews.it

Nell’articolo sospetto si legge: “Secondo quanto riportato da una testata giornalistica locale, Gigi D’Alessio è stato trasportato d’urgenza in ambulanza all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove è stato ricoverato a causa di un grave problema allo stomaco. Nel rispetto delle normative sulla privacy, dall’ospedale non giunge nessuna notizia precisa, ma, secondo alcune indiscrezioni, sembrerebbe che il malore che ha colpito Gigi D’Alessio sia stato provocato da una grave intolleranza alimentare, tanto da indurre in stato di shock anafilattico il cantante napoletano. A pochi giorni dall’atteso Capodanno in Piazza del Plebiscito, al quale Gigi D’Alessio avrebbe partecipato come protagonista principale, l’evento è stato annullato.” 

A parte il fatto che un’intossicazione alimentare è cosa assai diversa da uno shock anafilattico, un web writer professionista sa che vanno citate le fonti delle notizie divulgate su web! 

Nell’articolo “sospetto” non c’è alcuna fonte e l’autore scrive “Secondo quanto riportato da una testata giornalistica locale”, ovviamente la domanda, che sorge spontanea, è: <<Qual è questa testata?>>

Scorrendo i commenti allo stesso articolo si scopre che l’autrice del post si scusa per avere pubblicato una notizia non vera ma, scusandosi, la testata giornalistica citata come fantomatica fonte diventa “una segnalazione”;

ed ecco cosa scrive l’autrice stessa rispondendo ai feroci commenti di chi è caduto nell’articolo:

<<Ci scusiamo per la notizia non veritiera, in buona fede ci siamo affidati alle diverse segnalazioni e solo poi abbiamo constatato della bufala purtroppo. Abbiamo cercato di rimediare quanto prima con un articolo di smentita che propone l’intero programma “Napoli viva, viva Napoli” previsto per la serata del 31 Dicembre. Per fortuna Gigi D’Alessio sta bene e l’evento è confermato>> (copia testuale del commento qui sotto fotografato. Ci tengo a precisare che il copia incolla è testuale … e comprensivo degli omissis, la punteggiatura perduta sarà dipesa dalla fretta di smentire una clamorosa bufala?!)

Foto articolo e foto commenti:

articolo bufala

articolo bufala

Di fatto lo stesso sito ha pubblicato poco dopo un articolo “di smentita” … in pratica sono passati senza soluzione di continuità dalla bufala alla sbufalata.

E colpisce il fatto che l’articolo sia firmato dalla stessa writer. 

Mettiamo a vostra disposizione la fotografia di tutti i pezzi pubblicati, gli screenshot che alleghiamo servono a confermare la veridicità delle nostre affermazioni; diciamo anche che spesso, dopo aver raccolto i “successi” delle bufale web, gli autori decidono di cancellare i loro pezzi …. così da “eliminare le tracce” della “miglior informazioni della rete”!

articolo bufala

Qui la pubblicazione in sequenza dei due articoli su Facebook:

articolo bufala

Perché e come nascono le bufale? E, sopratutto, qual è il rischio a cui una bufala web espone l’utenza?

Le bufale possono nascere per svariati motivi, dalla goliardia all’inesperienza, passando anche per l’esigenza di aumentare le visualizzazioni di un portale web o di una pagina fb.

L’utenza dovrebbe leggere con attenzione tutti gli articoli che “compaiono” nelle bacheche Facebook o che incontra su Google e dovrebbe segnalare le bufale, opponendosi così attivamente ad esse. Segnalare una falsa informazione significa togliere forza ai siti che le pubblicano.

Le bufale distruggono e rovinano la libertà della rete e la forza della libera informazione. Fanno sì che la rete diventi agli occhi dei conservatori una “burla” o il luogo in cui operano e lavorano pseudo professionisti.

Ovviamente Google dovrebbe controllore la validità e la serietà dei portali che immette nelle news.

Qui sotto la schermata di Google news fotografata questa mattina, ove, appunto, ho incontrato la clamorosa Bufala:

google news

Proteggete la rete attivamente, segnalate le bufale, fatelo anche segnalando le pagine Facebook che le pubblicano e fatelo dopo aver letto bene gli articoli. 

La rete è libera, ma deve essere seria. 

Auguri a Gigi D’Alessio e a tutta Napoli per il suo concerto.

 

Leggi anche

Seguici