Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Ippopotamo Scappa dal Circo, la “Libertà” si Trasforma in Tragedia

Un ippopotamo che corre all'impazzata tra le auto. E una tragedia "quasi" sfiorata

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

02 Gennaio 2015

circo orfei cover

Tra le tante notizie degli ultimi giorni del 2014 ce n’è una, passata un po’ in sordina (ovviamente alcune erano davvero più importanti, vedi il naufragio della Norman Atlantic o l’incidente del volo Air Asia), ma degna di essere portata in “prima pagina”.

Il 27 dicembre, in provincia di Macerata, al centro fiere di Villa Potenza,  era accampato un circo della famiglia Orfei.

Intorno alle 22.30, come racconta il responsabile Daviso Montemagno, nel circo hanno fatto irruzione un gruppo di animalisti.

Questi manifestanti hanno divelto recinti e porte delle gabbie e hanno consentito a cavalli, struzzi e zebre di scappare.

Insieme a loro un ippopotamo di nome Aisha.

Gli animalisti sono intervenuti mentre all’interno del tendone si esibiva uno spettacolo di tigri, fermato quando è scattato l’allarme dato dal personale del circo, che è immediatamente corso per recuperare gli animali.

Quasi tutti sono stati localizzati nelle vicinanze del luogo tranne l’ippopotamo.

Quest’ultimo si è diretto a gran velocità verso la strada principale della città marchigiana, iniziando una corsa disperata.

circo orfei 00

Inutile dire quale stupore gli automobilisti hanno subito, vedendo in pieno centro e in piena strada un ippopotamo impazzito che correva di qua e di là.

La corsa dell’animale, purtroppo, è finita in uno scontro con un’ auto di media cilindrata, che l’ha travolto e ucciso.

Al volante un ragazzo di 25 anni in compagnia di un coetaneo, rimasti feriti nello scontro.

L’auto era completamente distrutta.

Proprio in quel momento una squadra di vigili del fuoco diretta altrove è passata di là e si è grazie al cielo, fermata immediatamente.

Inutile raccontare quello che hanno visto: oltre all’ippopotamo sulla strada anche animali che fuggivano a destra e sinistra, e gli addetti del circo che li rincorrevano nel tentativo di riacciuffarli.

I circensi si sono molto intristiti alla notizia della morte di Aisha, alla quale tutti erano legati.

Dopo l’incidente sono accorsi sul posto anche carabinieri, polizia stradale e i già presenti vigili del fuoco.

circo orfei ev

Gli altri animali sono stati tutti recuperati, ma nel frattempo la polizia della Questura di Macerata ha aperto un’inchiesta sull’attacco animalista, che oltre allo scompiglio e all’incidente ha lasciato sui camion del circo anche scritte accusatorie del tipo “Aguzzini” e “Animali liberi”.

La Forestale ha però appurato che il circo ha tutti i documenti in regola per tenere gli animali in suo possesso.

Montemagno racconta che questi attacchi purtroppo non sono nuovi per la sua gente: «Sono anni che viviamo nel terrore. Non è la prima volta che succede, un episodio analogo è accaduto a Cesena, mentre a Nuoro ci sono addirittura saltati addosso un gruppo di ragazzi con il chiaro intento di picchiarci. A Macerata non erano mai successe cose del genere».

 

Fonte: Il MAttino

Leggi anche

Seguici