Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Detersivi Contraffatti Sequestrati: 20Mila Prodotti in Confezioni Imitazione di Note Marche Pronti per la Vendita (VIDEO)

Detersivi contraffatti - maxi sequestro

Federica Federico

di Federica Federico

23 Gennaio 2015

 

detersivi contraffatti

Detersivi contraffatti – sono tali, per definizione i prodotti per la pulizia e l’igiene della casa confezionati ed imballati illegalmente (fuori dalla catena di produzione ed imballaggio legale e controllata) ed immessi sul mercato in confezioni capaci di imitare (per inscatolamento, logo, grandezza e colore) merce di marca e merce originale.

In linea generale sono pericolose o esposte a pericolo, anche solo per il lavoratore, la produzione e il confezionamento fuori dalle norme di legge ed in luoghi non strutturalmente e legalmente a norma.

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale Napoli, impegnata in una campagna di prevenzione e repressione del fenomeno della contraffazione, ha bloccato l’immissione sul mercato di una ingente quantità di fustini di detersivo contraffatti. 

Le Fiamme Gialle hanno messo a segno un importante sequestro di detersivi contraffatti: a Cercola (provincia di Napoli), località “Caravita”.

E’ stata sgominata un’organizzazione criminale che aveva attrezzato una vera e propria  fabbrica illegale di detersivi: l’attività illecita si svolgeva in un opificio di circa 200 mq, il grande locale era nascosto dietro una parete mobile all’interno di uno stabile ove operava una ditta di trasporti. 

Da quella fabbrica fantasma uscivano fustini di detersivo contraffatti, i marchi e le confezioni erano non originali, ciò pur simulando imballaggi di note marche

Sono ben 20mila i prodotti contraffatti sequestrati, erano tutti pronti per essere immessi sul mercato illegale. 

detersivi contraffatti

Sono stati sequestrati anche i macchinari per la produzione: una tramoggia, un carrello elevatore, compressori, incollatrici, imballatrici e rivettatrici.

Sei giovani napoletani, di età compresa tra i 20 e 35 anni, tutti incensurati, erano materialmente e fattivamente impegnati nell’attività di contraffazione e sono stati arrestati in flagranza di reato, ciascuno aveva la propria mansione all’interno dell’opificio clandestino.

Sul sito web della guardia di finanza vengono rese note le marche contraffatte. Ecco la foto della schermata web del comunicato pubblicato questa mattina:

DETERSIVI SEQUESTRATI

Sul sito della Guardia di Finanza non compaiono, invece, indicazioni circa il contenuto dei fustini, per cui non è dato sapere se il detersivo di fatto contenuto nelle confezioni contraffatte sia o meno pericoloso o dannoso per la salute.

Il quotidiano web repubblica.it , che dà notizia della vicenda, chiarisce che il detersivo può essere “potenzialmente” pericoloso.

Repubblica fonte

Certamente le indagini ulteriori, sorrette probabilmente da esami di laboratorio, chiariranno la natura del contenuto delle confezioni.

Leggi anche

Seguici