Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Come Riutilizzare l’Acqua del Deumidificatore

Come risparmiare acqua e soldi con il deumidificatore.

Gioela Saga

di Gioela Saga

16 Febbraio 2015

riciclo acqua deumidificatore

Ognuno di noi può fare qualcosa per salvaguardare importanti risorse come quelle dell’acqua. Anche se a volte certe accortezze sembrano superflue, ogni oceano è fatto da molte gocce e ogni goccia merita la nostra attenzione.

Dunque non lasciamoci sfuggire la possibilità di riutilizzare al meglio ciò che utilizziamo e trovarne anche molteplici usi.

In mote case, soprattutto durante l’inverno per prevenire le muffe o in estate per sopportare meglio il caldo, vengono usati alcuni apparecchi per deumidificare l’ambiente. A volte c’è chi li utilizza solo in alcuni ambienti particolarmente esposti al problema come cantine, garage o locali lavanderia dove stendere il bucato.

In ogni caso, qualsiasi sia lo scopo e l’ambiente per cui sono utilizzati, forse non abbiamo mai considerato o non abbastanza attentamente, come sia possibile riciclare l’acqua che viene raccolta da questi piccolo elettrodomestici abbastanza diffusi nelle case che, dunque, possono vedere duplicata la loro funzionalità e utilità.

I deumidificatori a condensa raccolgono l’acqua in apposite vaschette e possiamo riciclarla in vari modi per non sprecarla ma anche per abbassare i costi per il consumo di quella che avremmo dovuto, invece, acquistare per alti scopi.

L’acqua raccolta dagli apparecchi di deumidificazione è demineralizzata e già questo ve la dice lunga sulle possibilità che abbiamo per poterla riutilizzare.

Ecco le principali possibilità:

1 – Essendo priva di sali minerali può essere usata per riempire la caldaia del nostro ferro a vapore, per fare in modo che la caldaia stessa e la piastra del ferro sia preservata dalla formazione di calcare.

2 – Se dovete smacchiare dei capi a mano, potete utilizzare questa acqua che ha un potere smacchiante maggiore di quella semplice del rubinetto.

3 – Potete utilizzarla per lo scarico del wc!

4 – E’ utile per riempire il radiatore dell’automobile con un apposito additivo o nelle vaschette dell’acqua dei tergicristalli insieme ad un apposito detergente. Vi sono invece pareri discordanti sulla possibilità di rabboccare la batteria dell’automobile, dipende molto dalla tipologia, dunque è bene informarsi presso qualche elettrauto prima di combinare un danno.

– Potete utilizzarla per innaffiare le piante, soprattutto quelle grasse o carnivore che non necessitano di molte sostanze nutritive e minerali oppure per le acidofile.

6 – Può essere usata per pulire l’acciaio per farlo brillare di più.

7 – Usatela per l’ultimo risciacquo dopo il balsamo per rendere i capelli più lucidi e brillanti.

8 – E’ possibile riempire le vaschette dei caloriferi.

9 – Si può aggiungere all’acqua di carico della lavatrice per risparmiare acqua e anche per addolcirla un po’.

Sicuramente NON bisogna berla, né farla bere agli animali, compresi i pesciolini degli acquari, perché nella vaschetta si concentrano anche diverse impurità che potrebbero essere alquanto nocive se ingerite.

Inoltre potrebbe esserci la presenza e proliferazione di batteri, funghi o muffe dovuta soprattutto ai tempi di raccolta e decantazione nella vaschetta del deumidificatore e non tutti possono essere innocui, dunque dobbiamo fare attenzione a non far diventare un potenziale vantaggio come quello del risparmio idrico, un potenziale danno per la nostra salute.

Dunque possiamo senza dubbio trovare un’ottima risorsa nella vaschetta del deumidificatore per un riciclo facile ed intelligente.

Leggi anche

Seguici