Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Un Cumulo di Immondizia Dopo le Riprese con Kasia Smutniak (FOTO)

Attori Rai Girano una Fiction e lasciano cumuli di immondizia

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

23 Febbraio 2015

rai set film

La casa di produzione Fandango, in co-produzione con Rai Fiction è pronta a lanciare sui canali Rai nel prossimo palinsesto 2015 una fiction dal titolo “Limbo”.

Le riprese si sono svolte inizialmente a Roma, iniziate lo scorso 12 gennaio, per poi trasferire il set in Sardegna, tra Cagliari, San Simone (paesino del Sardiciano), Buggerru e Teulada (nel Sulcis).

La Sardegna è stata reputata location ideale per ricostruire il teatro di guerra dell’Afghanistan, luogo nel quale si svolge la fiction.

La storia infatti si dipana attorno ad un maresciallo donna (Kasia Smutniak) che torna in patria dopo una missione di pace in Afghanistan, dove però alcuni suoi commilitoni hanno trovato la morte.

Il regista è Lucio Pellegrini, tra gli altri attori, oltre Kasia Smutniak, anche Adriano Giannini.

kasia smutinak

Kasia Smutniak nei panni di un maresciallo degli alpini nella Fiction “Limbo” in onda prossimamente sulle reti Rai

 

La zona sarda è stata reputata perfetta per le similitudini con l’ambiente e il territorio afghano.

Gli abitanti di Buggerru, paradiso degli amanti del mare, che nasconde cale e spiagge nelle quali, proprio per la magnifica ambientazione, si era già cimentato il regista di un famoso spot di un liquore, non sono stati affatto contenti della visita della troupe.

Dopo aver girato infatti cameramen, attori e tecnici avrebbero lasciato un bel cumulo di immondizia che ha deturpato il luogo incontaminato.

immondizia a buggerru

Qui sopra la foto pubblicata dal sito web Unione Sarda

Unione Sarda

In quei giorni di riprese dunque la troupe avrebbe fatto dei “pic-nic” non curandosi però di raccogliere i resti dopo il loro passaggio.

Piatti, bicchieri e posate di plastica sparsi a terra, con una noncuranza che ha fatto indignare i 1090 residenti.

A seguito di questa denuncia però la produzione sarebbe intervenuta, ripulendo l’area precedentemente lasciata degradata, e chiedendo scusa alla comunità.

 

Fonte: Unione Sarda

Leggi anche

Seguici