Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Odore di Muffa e Umido: Ecco Come Togliere la Puzza da Lenzuola e Asciugamani

Consigli utili per togliere la puzza di muffa da lenzuola e asciugamani.

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

10 Marzo 2015

Pur essendo lavate con il migliore detersivo, al quale abbiamo aggiunto il più profumato degli ammorbidenti, può capitare che le nostre lenzuola o i nostri asciugamani continuino a puzzare.

Il cattivo odore è dovuto all’umidità o, peggio ancora, alla formazione di muffa che conferisce ai capi uno sgradevole odore di acqua stantia difficile da eliminare ma non per questo impossibile.

Come eliminare l’odore di muffa o umido dalla biancheria di casa?

cattivo odore asciugamani lenzuola

La prevenzione sarebbe la soluzione ideale: seguire dei piccoli accorgimenti sia prima che durante l’uso può aiutare a prevenire ogni tipo di cattivo odore.

Gli asciugamani e i canovacci da cucina, si sa, spesso restano umidi dopo l’uso, umidità che può contribuire alla proliferazione di germi e batteri, nonché di muffa, maggiore causa del cattivo odore.

Cosa fare in questi casi?

Prima ancora di parlare di rimedi, che elencheremo successivamente, come detto in precedenza, proviamo a seguire alcuni accorgimenti utili a prevenire la puzza di umidità:

  • Areare le stanze ogni giorno e far entrare la luce del sole dove è possibile aiuta a prevenire la formazione di muffa in casa e contribuisce ad asciugare l’umidità che si accumula nelle stanze e, nel contempo, sulla biancheria di casa.
  • Ricordare sempre di appendere gli asciugamani o i canovacci da cucina dopo l’uso, lasciandoli così asciugare. Se eccessivamente bagnati o sporchi, l’alternativa è lavarli subito, evitando di riporli nel porta biancheria in attesa del lavaggio. Oltre a prevenire la formazione di muffa, quest’ultima operazione contribuisce a limitare il numero di germi che si formano all’interno delle fibre dei tessuti.
  • Usare ad ogni lavaggio in lavatrice un detersivo che contenga candeggina o un additivo antibatterico disinfettante che aiuterà a prevenire la formazione di muffa.
  • Una volta ultimato il lavaggio, mai lasciare i capi appena lavati all’interno della lavatrice. L’ambiente umido dell’elettrodomestico favorisce la formazione di muffa sui tessuti. Una volta svuotata, lasciare aperto lo sportello in modo tale che i residui di acqua possano asciugarsi.
  • Se il tempo lo consente, stendere il bucato al sole o comunque all’aperto che consentirà una migliore asciugatura, oltre chiaramente a prevenire la  formazione di muffe.

 

cattivo odore lavatrice

Premessa conclusa, non resta che parlare dei rimedi.

Prima di mettere in pratica un qualunque rimedio per eliminare il cattivo odore dalla nostra biancheria però è importante verificare che la puzza non provenga dalla lavatrice stessa.

In questo caso sarà necessario realizzare un lavaggio ‘a vuoto’, ossia senza bucato, alla massima temperatura con l’aggiunta di una o due tazze di candeggina. Tale procedimento contribuirà a lavare e disinfettare l’elettrodomestico.

Ecco invece 5 metodi per eliminare il cattivo odore da lenzuola e asciugamani.

1 –  Sapone di marsiglia.

Si era parlato prima dell’aggiunta di additivi, in fase di lavaggio, al normale detersivo. Il sapone di marsiglia è uno di questi, utile sia per eliminare il cattivo odore che eventuali macchie dai tessuti.

2 – Bicarbonato.

Se il nostro scopo non è solo quello di eliminare la puzza ma anche di disinfettare i capi che vogliamo lavare, allora la soluzione è l’aggiunta di 4 cucchiai di bicarbonato al normale lavaggio o, in alternativa, mezzo bicchiere di acqua ossigenata.

3 – Aceto bianco.

Prodotto dai mille usi, l’aceto bianco, oltre ad essere considerato un ottimo ma soprattutto naturale anticalcare, contribuendo così a migliorare la qualità di vita della nostra lavatrice, aiuta ad eliminare il cattivo odore dalla biancheria e gli aloni.

Effettuare un primo lavaggio dei capi alla massima temperatura inserendo nella lavatrice solo una o due tazze di aceto bianco (non aggiungere altro detersivo o ammorbidente).

Una volta concluso, effettuare un secondo lavaggio utilizzando il normale detersivo senza però aggiungere additivi o ammorbidente. Una volta concluso stendere i panni e lasciarli asciugare bene.

cattivo odore lavatrice

4 – Candeggina.

Se i capi da profumare sono bianchi, aggiungere della candeggina durante il normale lavaggio che disinfetta e smacchia i capi.

5 – Ammoniaca.

Lavare normalmente gli asciugamani o le lenzuola con la solita quantità di detersivo, senza però aggiungere altro (additivi, ammorbidente, etc.). Arrivati al ciclo di risciacquo, aggiungere una tazza di ammoniaca senza additivi.

La stessa può essere utilizzata per l’ammollo degli asciugamani.

Posizionare questi ultimi in una bacinella contenente acqua calda, aggiungere una tazza di ammoniaca e lasciar agire tutta la notte. Al mattino procedere con il normale lavaggio avendo però l’accortezza di usare un detersivo privo di candeggina, cloro o acido.

Se i nostri consigli ti sono piaciuti

iscriviti alla Newsletter di Vita Da Mamma,

riceverai presto altri consigli su:  

“Come Pulire la Casa in Modo Ecologico ed Economico”

– è tutto completamente gratis, ti basta iscriverti qui: 

newsletter vita da mamma

Leggi anche

Seguici