Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bambino Cade dal 5° Piano: è Grave

Federica Federico

di Federica Federico

18 Marzo 2015

Una famiglia serena, una mattina qualunque: il papà esce di casa per accompagnare la figlia grande a scuola e la moglie al lavoro, il bambino di 6 anni resta da solo in casa, ma ci vorranno solo pochi minuti, prestissimo il padre farà rientro e si occuperà del piccolo!  Sono le 8:00 del mattino.

Alle 8:30 il papà rincasa ma nel cortile interno del condominio vede ciò che nessun genitore vorrebbe mai vedere in vita sua:

il figlio è precipitato dal balcone dell’abitazione familiare, dove era rimasto da solo; dopo un volo di 15 metri giace a terra, è cosciente, piange e già lo stanno soccorrendo.

Bambino Cade dal 5° Piano: è Grave

Tutto questo è accaduto a Bologna:

ieri mattina tra le 8:00 e le 8:30 un bimbo di 6 anni è rimasto solo nell’appartamento familiare; mentre il papà accompagnava a scuola la sorella grande e lasciava la mamma al lavoro, il figlio piccolo è caduto nel vuoto dal quinto piano di una palazzina di via Don Bedetti, zona Corticella, nella periferia bolognese.

I Carabinieri stanno indagando sull’accaduto

ancora non si sa perché il bambino sia rimasto da solo in casa e come mai non sia stato accompagnato a scuola. A quanto pare la Procura avrebbe aperto un fascicolo per atti allo stato non costituenti reato (fonte ANSA). E secondo le fonti giornalistiche più accreditate è escluso il coinvolgimento di terzi nella vicenda, pare che si sia trattato di una tragica fatalità.

Infatti l’allarme al 118 sarebbe partito alle 8:00 di ieri quando alcuni vicini hanno assistito alla tragedia vedendo il bambino letteralmente aggrappato ad una grondaia, probabilmente nel tentativo disperato di non cadere nel vuoto dopo aver perso l’equilibrio. 

Quando sul posto sono arrivati gli operatori del 118 le condizioni del bambino non sembravano disperate, il piccolo era cosciente e piangeva. Dopo il ricovero, però, lo stato di salute del bambino è apparso più grave:  all’ospedale Maggiore i medici hanno dovuto organizzare subito un intervento chirurgico, per tentare di ridurre l’ematoma provocato dal trauma cranico.

Al momento il bambino è ricoverato in rianimazione con prognosi riservata.

 

Leggi anche

Seguici