Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Allattamento al Seno: Figli più Ricchi

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

20 Marzo 2015

Più e più volte noi di VitaDaMamma abbiamo scritto dei benefici dell’allattamento al seno prolungato, basandoci su studi e fonti scientifiche e autorevoli.

Adesso una ricerca sostiene che l’allattamento al seno rende i bambini più ricchi.

allattamento al seno

 

L’allattamento, oltre che a essere nutrimento per l’organismo del neonato, è cibo per i neuroni, sostanza che rinforza il legame empatico che c’è tra madre e figlio, una sorta di elisir magico che rende i bambini più forti e sani, per tutta la loro vita.

L’ultimo studio sull’argomento è stato pubblicato sulla rivista Lancet Global Health, che ha confermato, a seguito di un follow up di oltre 3500 bambini per 30 anni, che i neonati che ricevono nutrimento dal latte materno, non solo sono più intelligenti, ma guadagnano anche di più rispetto a coloro che di latte della mamma ne hanno ricevuto meno.

Possibile questo dato? Che un fattore come quello dell’allattamento possa influire anche sulla capacità di guadagno o di risparmio di un individuo adulto?

A sentire gli scienziati, le evidenze sembrerebbero dare ragione a questo assunto.

Lo studio epidemiologico è stato condotto in Brasile, nella città di Pelotas, ed è cominciato nel 1982.

Il dottor Bernardo Lessa Horta e la sua equipe ha seguito bambini da un anno in poi, e ha raccolto dati sia sul loro stato di salute, che sulla loro alimentazione (in particolare il tipo di allattamento e la durata), fino anche sulla loro scolarizzazione e sul loro reddito.

 

Ovviamente i dati sono stati incrociati con altre varianti come il reddito familiare, l’istruzione familiare, le abitudini materne in gravidanza eccetera, ma in tutti i casi ad un maggiore allattamento al seno è stato associato un punteggio di QI 8Quoziente intellettivo) maggiore e un maggiore reddito da adulti.

Un bambino allattato al seno per più tempo è risultato avere un QI maggiore di 4 punti e un reddito di 341 real mensili (circa 100 euro) rispetto ad uno allattato per un mese.

 

Sembrerebbe che questo dato si spieghi dalla quantita di DHA (acidi grassi presenti nel latte), che hanno contribuito ad un maggiore sviluppo cerebrale.

Lo studio però potrebbe avere dato risultati poco attendibili, in quanto un maggiore allattamento al seno potrebbe scaturire da una maggiore consapevolezza che questo tipo di alimentazione faccia bene, e dunque da un “humus” culturale elevato (i dati in effetti sono stati raccolti comunque in paesi sviluppati, nei quali le donne che allattano maggiormente sono già appartenenti a classi più elevate ed erudite).

allattamento al seno

In ogni caso, non ci stancheremo mai di dirlo (leggete ad esempio la ricerca secondo cui l’allattamento riduce la depressione, o un’altra che attesta una maggiore intelligenza in bambini allattati al seno), e con noi l’Organizzazione Mondiale della sanità, che

Allattare al seno in modo esclusivo bambini fino e oltre i sei mesi di vita, dona numerosi vantaggi ai neonati, tra quali resistenza alle infezioni, abbassamento di alcuni fattori di rischio quali obesità, diabete, asma e benefici anche alla salute della mamma.

Che questo poi contribuisca ad elevare il reddito dei nostri figli, questo non può fare altro che piecere, anche se non è una preoccupazione di primaria importanza!

 

Fonte: The Lancet

Leggi anche

Seguici