Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Yoga in Gravidanza: Ciò che la Mamma Incinta Deve Sapere

Yoga in gravidanza, tutto quello che la donna in gravidanza deve sapere.

Dott.ssa Maria Paola De Biase

di Dott.ssa Maria Paola De Biase

09 Aprile 2015

Lo yoga in gravidanza è una delle migliori attività che la gestante può praticare per rimanere in forma e in salute. È noto ormai a tutti che alimentazione ed esercizio fisico sono “medicine naturali” per il nostro organismo e garantiscono benessere in tutte le fasi della vita; fare attività fisica in gravidanza non deve essere considerata una cosa impossibile, soprattutto se si sceglie una disciplina che può aiutare la futura mamma. Lo yoga è una di queste. 

Innanzitutto, cosa è lo yoga?

Lo yoga come viene inteso oggi (e non nel suo significato originario) è un’attività che prevede una ginnastica del corpo e dà importanza alla respirazione, avendo come obiettivo finale la meditazione e il rilassamento.

Yoga significa “unione”, unione dello spirito e del corpo.

Chi pratica lo yoga raggiunge uno stato armonico con l’ambiente che lo circonda per sentirsi in pace con se stesso e raggiungere uno stato di benessere. 

Yoga in Gravidanza: tutto quello che la donna in dolce attesa deve sapere

 

Yoga in Gravidanza: Ciò che la Mamma Incinta Deve Sapere

Proprio per il concetto cardine dello yoga, lo “yuj” (significa “unire”) permette di rendere più forte il legame tra madre e feto. Praticando lo yoga in gravidanza, la donna impara a gestire l’ansia, a riconoscere i segnali del proprio corpo e a comunicare con il bambino. 

Nello yoga in gravidanza è importante riservare spazio al lavoro sul pavimento pelvico, alla respirazione da adottare nel momento del parto e al rilassamento profondo utile nelle fasi del travaglio. Lo yoga in gravidanza, settimana dopo settimana, rigenera le energie della donna e fa trovare la forza interiore che la spingerà ad affrontare il parto serenamente. 

A livello fisico, lo yoga in gravidanza è utile per vari motivi: 

Aiuta a rafforzare i muscoli e la colonna vertebrale; esercitare soprattutto la zona pelvica e quella addominale aiuteranno a gestire meglio le contrazioni e la spinta, con un conseguente attenuamento del dolore.

Stimola l’apparato cardiocircolatorio, così da evitare spiacevoli gonfiori alle articolazioni inferiori. Ci sono posizioni specifiche che migliorano la circolazione.

Non per ultimo, anche l’apparato digestivo trarrà giovamento: nausea e stitichezza miglioreranno decisamente.

Non tutte le donne però possono praticare questa disciplina durante la gravidanza.

Le donne che soffrono di flessibilità eccessiva alle giunture non dovranno distendere troppo il corpo.

Ci sono donne a cui non sono concessi sforzi, anzi è raccomandato l’assoluto riposo; questo è il caso di coloro che hanno la placenta previa.

Lo yoga in gravidanza e qualsiasi altra attività sono vietate alle donne che soffrono di continue nausee, continue emicranie, perdite di sangue, gonfiori improvvisi a mani e piedi. 

Per tutte coloro che hanno voglia di fare un po’ di attività fisica “dolce”, lo yoga è ideale anche perché apporta benefici fisici e psicologi che permetteranno alla donna di condurre una gravidanza e un parto tranquilli. 

Yoga in Gravidanza: Ciò che la Mamma Incinta Deve Sapere

Il rilassamento psicologico che genera lo yoga induce un rilassamento muscolare importante affinché non ci sia tensione che spesso le fibre muscolari hanno nel momento del parto, che lo rendono lungo e doloroso. 

È fondamentale affidarsi ad esperti nello yoga in gravidanza, che sappiano quali i movimenti concessi e quelli da evitare in questa fase delicata della vita di una donna. Ci sono donne che praticano yoga anche prima di essere incinte e possono continuare a praticarlo, a patto che non abbiano i problemi elencati sopra e che siano seguite da istruttori che abbiano delle nozioni dello yoga in gravidanza. 

Se nel proprio paese non ci sono centri che organizzano corsi di yoga in gravidanza, si possono seguire dei corsi pre-parto; se fatti bene, i corsi pre-parto, che si ispirano allo yoga, possono essere di aiuto alla donna, soprattutto per l’aspetto del rilassamento psicologico e muscolare.

Dopo la gravidanza ci sono maestri di yoga che organizzano anche corsi di yoga post parto che si possono svolgere anche con il neonato.

 

Leggi anche

Seguici