Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Come Dimagrire per l’Estate: Metodi Efficaci

Come dimagrire per l'estate - ecco cosa mangiare, programma alimentare finalizzato alla prova costume.Qui tutti i consigli del nutrizionista per dimagrire:

Dott.ssa Maria Paola De Biase

di Dott.ssa Maria Paola De Biase

21 Aprile 2015

Il dramma delle donne con l’arrivo della bella stagione: come dimagrire per l’estate? Non dobbiamo innanzitutto pretendere di ridurci all’ultimo minuto per perdere i rotolini di ciccia che abbiamo accumulato durante l’inverno. Aprile-maggio è il periodo ideale per prepararci all’arrivo dell’estate, per essere pronte sia per la prova costume che per i vestiti più corti e aderenti tipici dell’estate.

Più che metodi efficaci, dobbiamo ricorrere a dei consigli sullo stile di vita da condurre. Seguendo questi consigli, non dovrete fare grosse rinunce alimentari, non dovrete demonizzare nessun cibo e soprattutto potrete rimanere in forma non solo per l’estate, ma in teoria per tutta la vita.

Ribadisco l’importanza di considerare la “dieta” come stile di vita, che racchiude abitudini alimentari e non solo. 

Come dimagrire per l’estate: quali alimenti e in che quantità?

come dimagrire per l'estate

 

Senza escludere nessun alimento, vediamo alcune regole:

  • Non saltare mai il pasto; abituando l’organismo a saltare i pasti, la risposta sarà contraria a ciò che noi desideriamo, cioè perdere peso!

Sembra un paradosso, ma è proprio così: l’organismo che riceve poco cibo, si adegua a quel poco che riceve.

  • Equilibrare i pasti: se a pranzo, ho mangiato un piatto di pasta fredda, non posso consumare una pizza o una piadina a cena; in questo modo, avrò fornito all’organismo quasi esclusivamente carboidrati. I carboidrati in più, vengono depositati come grasso!
  • Consumare tanta acqua: “l’acqua elimina l’acqua”…proprio così! Bere tanta acqua permette sia di eliminare scorie e tossine, sia di idratare adeguatamente l’organismo. Non per ultimo, l’acqua permette anche di richiamare i liquidi che ristagnano soprattutto negli arti inferiori. Un problema molto comune nelle donne, quello della ritenzione idrica che si combatte prima di tutto bevendo molta acqua durante la giornata. Riducendo il sale aggiunto sugli alimenti, ne traiamo ulteriore beneficio.
  • Riprendere l’attività fisica trascurata nel periodo invernale; camminare, fare step o fare aerobica, praticare acqua gym: aiutano la circolazione sistemica e linfatica; il risultato è che, oltre a perdere massa grassa, riusciremo a marginare o combattere la cellulite e la ritenzione idrica che ne consegue. Perdere liquidi significa anche liberarsi di un paio di kg di peso e questo non è male!
  • Introdurre adeguate quantità di frutta e verdura; dimentichiamoci dei pasti fatti con la sola frutta; arriveremmo troppo affamate sul finire della giornata e ci abbufferemo a cena di conseguenza. Possiamo introdurre la frutta come spuntino di metà mattina e/o di metà pomeriggio, in modo da non sovraccaricare pranzo e cena.

come dimagrire per l'estate dieta

Come dimagrire per l’estate, consigli per colazione, pranzo e cena:

Colazione, importante farla sempre:

– latte o yogurt accompagnati da cereali (30-40 g) o 3 fette biscottate oppure qualche biscotto leggero senza olio di palma;

Pranzo:

– ogni giorno consumare una porzione di cereali pari a 70-80 g, quindi pasta di grano duro, farro, orzo, riso parboiled, cous cous conditi con verdure a piacere; ad esempio, cous cous con melanzane e peperoni; oppure, farro con mais (1-2 cucchiai) e pomodorini; ancora, fusilli con broccoli bolliti e conditi con un filo d’olio.

Possiamo integrare il pranzo con delle verdure crude a piacere. Un suggerimento che do sempre è di iniziare il pasto proprio con le verdure in modo che iniziamo a raggiungere il senso di sazietà

Cena:

con la cena, dobbiamo raggiungere la quota di proteine della giornata, per evitare squilibri a favore di carboidrati e grassi; quindi, fettina di vitello oppure petto di pollo alla griglia oppure pesce; per le quantità, intorno a 120-150 g (per il pesce si intende al netto di lische e testa). A cena è concesso un panino da 50 g. 

Condimenti grassi:

10-15 g di olio extravergine aggiunto a crudo sugli alimenti. Porzione a pasto (pranzo e cena).

Una volta alla settimana, possiamo concederci la pizza di sera, però facciamo attenzione al pranzo: al posto del primo, consumiamo al massimo 50 g di pane, un secondo come quelli suggeriti per la cena e una porzione abbondante di verdura. 

Dolci e gelati sono da abolire?

No. Ovviamente dobbiamo ridurli a 1-2 volte alla settimana e ricordarci che ogni qual volta introduciamo un dolce o un gelato stiamo introducendo carboidrati e grassi; possiamo compensare questo “peccato di gola” rinunciando al pane la sera e riducendo l’olio di condimento previsto a cena.

 

Leggi anche

Seguici