Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Occhio del bambino sempre umido e con secrezioni gialle: dotto lacrimale chiuso

di Mamma Elisa

30 Agosto 2010

Avete mai sentito parlare di dotto lacrimale chiuso o semichiuso?

Quando venni a conoscenza di questo difetto se così si può chiamare, mio figlio aveva solo poche settimane di vita, me ne accorsi perché dallo sbocco del canale naso lacrimale,all’angolo interno dell’occhio uscivano secrezioni purulente di colore giallo. All’inizio pensavo avesse preso un colpo di vento invece quando consultai il pediatra mi disse che sicuramente il bambino aveva il dotto lacrimale dell’occhio destro chiuso o semi chiuso e che a causa di questo problemino gli era venuta un’infezione. Gli prescrisse un collirio antibiotico , mi consiglio di far visitare il bambino anche da un’oculista e in più aggiunse che se il dotto non si fosse aperto naturalmente dopo l’anno di vita, il bambino avrebbe dovuto subire un piccolo intervento chirurgico.

Potete immaginare la preoccupazione che ha alimentano in noi “quel intervento chirurgico”, fortunatamente il problema si risolse “naturalmente” grazie all’aiuto di massaggini e colliri prima antibiotici e poi naturali( questi ultimi secondo me hanno guarito l’infezione).

La stenosi del dotto lacrimale consiste in una restrizione o un’occlusione del canale naso lacrimale. Questa condizione ostacola il deflusso delle lacrime ne causa il ristagno nel sacco lacrimale. Esse  diventano terreno fertile per i batteri favorendo delle infezioni.

Questo difetto anche se è presente dalla nascita, si scopre intorno al secondo mese di vita quando il bambino inizia a produrre lacrime. Il suo occhio è sempre umido anche se non piange, e se vi è anche un’infezione sia l’occhio che le palpebre risultano arrossate e si formano anche secrezioni gialle purulente.

Questa problematica è abbastanza comune nei neonati e in genere si risolve naturalmente entro l’anno di vita, ma se non dovesse essere così è necessario intervenire chirurgicamente con una sonda . Anche se si dice che  è un banale intervento al bambino verrà effettuata un’anestesia generale.

Un consiglio importate che posso dare a tutte le mamme che devono affrontare questo problema , é quello di effettuare  la  pulizia dell’occhio con garza sterile e fisiologica e fare dei massaggini.

I massaggi, oltre a favorire lo svuotamento del sacco lacrimale,aiutano ad aprire il canale ed evitano la formazione di aderenze. Si effettuano premendo con il dito sull’angolo interno dell’occhio, ruotando dall’alto verso il basso in modo energico, ma allo stesso tempo fate attenzione a non fare molta pressione . Dovete fare questi massaggi almeno due volte al giorno, mi raccomando quando fate questa operazione assicuratevi di avere le mani pulite.

In genere il bambino non ama questo tipo di “operazioni” io dovevo farmi aiutare da qualcuno perché lui non stava un attimo fermo, ma è comprensibilissimo,  tra pulizia giornaliera del nasino e pulizia dell’occhio più massaggini il mio cucciolo sicuramente avrà pensato, ma una mamma migliore non poteva capitarmi?

Leggi anche

Seguici