Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Santo del Giorno 25 Aprile: Marco

Santo del giorno 25 Aprile: oggi San Marco evangelista, stenografo di Pietro, che ci ha lasciato uno dei quattro Vangeli. Leggi le curiosità su questo nome.

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

25 Aprile 2015

Santo del giorno 25 aprile. Oggi facciamo gli auguri di buon onomastico a tutti i Marco che si chiamano così in onore al santo evangelista.

 

Santo del giorno 25 aprile, storia e origini del nome

Marco deriva da Mars, Marte, il dio della gueraa, e significa ‘sacro a Marte’.

santo del giorno

 

Marco è uno degli evangelisti riconosciuti dalla chiesa cristiana, ma non fu un apostolo di Gesù.

Viene considerato piuttosto lo “scrivano” di Pietro, collaboratore, interprete e portavoce del Principe degli Apostoli.

Predicò ai primi cristiani specialmente a Roma, e la stesura del suo vangelo va considerata tra quello di San Matteo (40 d.c.) e quello di San Luca (62 d.C.).

La sua figura infatti è conosciuta attraverso gli apostoli, specificamente in alcune lettere di Pietro e Paolo.

Probabilmente non conobbe neanche Gesù, mentre alcuni studiosi lo individuano nel ragazzo che dopo l’arresto nell’orto dei getsemani fuggì ad un soldato che tentava di fermarlo afferrandolo per il lenzuolo col quale era vestito, lasciandolo alla fuga nudo.

Era il figlio di una donna ricca, Maria, vedova, che lasciò che nella sua casa fosse consumata l’ultima cena.

Un’altra informazione certa è che Marco fu battezzato da Pietro, il quale lo considerava suo figlio spirituale.

Quando poi Paolo e Barnaba, parente di Marco, fecero ritorno a Gerusalemme raccontarono le loro vicende ad Antiochia.

Sentendoli, Marco (che si chiamava in realtà Giovanni), decise di accompagnarli nei loro viaggi successivi, per diffondere il Vangelo.

Nel suo primo viaggio apostolico toccò Cipro, ma poi, spaventato dalle impervietà, volle fare ritorno a Gerusalemme.

Si volle rifare dalla magra figura dopo 5 anni, e fu così che quando Paolo e Barnaba ancora ospiti di Maria dopo un lungo viaggio, pianificarono un successivo, Marco seguì Barnaba prima a Cipro e poi si unì a Paolo per il suo viaggio a Roma (o lo raggiunse poco prima del suo martirio).

Fu qui che divenne collaboratore di Pietro, trascrivendo il suo Vangelo.

Da quel momento venne mandato a nord per convertire altri popoli, e fu così che Marco si ritrovò a Venezia dopo una tempesta, e dopo ad Alessandria d’Egitto, dove divenne primo vescovo.

Proprio nella città egizia subì il martirio sotto Traiano: torturato, legato e trascinato per le vie della città, venne condotto in carcere, e dopo una notte, confortato da un angelo, morì il 25 aprile del 72 all’età di 57 anni.

Ebrei e pagani volevano bruciare il suo corpo, ma la leggenda narra che una tempesta disperse i suoi resti, che vennero recuperati da cristiani, e seppelliti in una grotta a Bucoli e poi traslati nei secoli, e avvolti da storie e leggende.

San Marco è il patrono di notai, scrivani, vetrai, ottici.

Curiosità per chi porta il nome del santo del giorno 25 aprile

Il nome Marco è il 20 nome più diffuso in Italia (346894 persone).

 

Chi porta questo nome è una persona avventurosa, intelligente e anche affidabile.

Il pericolo è il suo mestiere, è totalmente indifferente alla ricchezza e alle fortune, ma attento ai rapporti con le persone.

E’ un uomo sincero e esprime sempre la sua opinione.

 

  • Il suo numero è il 5
  • Il suo Colore è il Rosso
  • La sua Pietra è il Rubino

 

Personaggi famosi che si chiamano così Marco Pantani (ciclista), Marco Mengoni (cantante), Marco Polo (esploratore), Marco Aurelio (imperatore), Marc Chagall (pittore), Mark Twain (scrittore),  Mark Zuckerberg (imprenditore).

 

Altri santi celebrati oggi: sant’Aniano; santi Pasicrate e Valenzione; san Febadio; santo Stefano,; san Clarenzio; sant’Erminio; santa Franca; beato Bonifacio di Valperga; beati Roberto Anderton e Guglielmo Marsden; beato Pietro de Bethencourt; san Giovanni Piamarta.

Leggi anche

Seguici