Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Disabilità: Aiutare i NON Udenti Parlando la Lingua dei Segni (VIDEO)

Disabilità: la Samsung lancia un servizio per non udenti e sceglie come testimonial un ignaro ragazzo sordo, che prova per un giorno a vivere come gli altri

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

19 Maggio 2015

Lo spot pubblicato su Youtube poco tempo fa, che noi oggi vogliamo condividere, è tra quelli che possiamo includere come campagna di “Pubblicità Progresso” per un servizio che il colosso delle telecomunicazioni Samsung ha messo al servizio dei Sordomuti.

Disabilità. La tecnologia al servizio di un mondo senza barriere.

disabilità

 

Il video, che ha raggiunto oltre 9 milioni di visualizzazioni su youtube, è uno spot che ha realizzato la Samsung in collaborazione con le agenzie Casta Diva e Leo Burnett di Istanbul.

Il video si intitola “Hearing Hands”, e provmuove un nuovo servizio di un video call center per i non udenti.

Disabilità: un ragazzo non udente prova una giornata senza barriere.

Il video è stato realizzato dopo una preparazione durata circa un mese, durante il quale sono state posizionate telecamere nascoste, e corsi di linguaggio dei segni, la lingua che parlano i sordomuti.

Il protagonista ignaro è un ragazzo sordo turco, Muharrem, che con l’aiuto della sorella, che ha collaborato con l’Associazione dei sordomuti turca, è diventato il testimonial della campagna pubblicitaria.

Il video inizia riprendendo una giornata tipo di Muharrem.

Il ragazzo esce da casa con la sorella come al suo solito.

Subito in strada un passante lo saluta con il linguaggio dei segni, lui ricambia pensando ad una coincidenza e continua la passeggiata.

disabilità

Poi i due si recano in un negozio per comperare delle ciambelle, e il commesso gli dice qualcosa, sempre con i segni. Muharrem è incredulo, ma allo stesso tempo contento di potere comunicare con gli altri.

Ancora dal fruttivendolo accade la stessa cosa: un passante lo ringrazia e gli regala una mela. Il ragazzo continua la sua passeggiata sempre più felice di incontrare persone che lo capiscono.

Poi salgono su un taxi, e il taxista gli parla con i segni, finchè Muharrem e la sorella si ritrovano davanti ad uno schermo dove una impiegata del call center che si sta lanciando gli spiega l’iniziativa e gli mostra tutti i complici.

Il ragazzo alla fine è visibilmente commosso, soprattutto perché durante quel periodo è riuscito ad interagire con il mondo.

 

Muharrem è stato così scelto per fare da testimonial e lanciare questo nuovo servizio della Samsung, che consentirà alle persone come lui di guadagnarsi un pezzettino di normalità in un mondo dove le barriere sono ancora molte, e la vita per i disabili ancora molto complicata.

Per parafrasare un’altra pubblicità: Che mondo sarebbe senza barriere?

 

Leggi anche

Seguici