Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Gravidanza: la vitamina B12 influisce sul carattere del neonato

DottAntonio

di Dott. Antonio Cretella

29 Aprile 2011

La gravidanza richiede alla donna comportamenti nuovi, a partire da un’ alimentazione sempre più varia e uno stile di vita sano, e anche se il buon senso indica facilmente la strada da seguire, l’ideale però, sarebbe iniziare a cambiare abitudini già prima di rimanere incinte. Oggi è prassi comune raccomandare a una future mamma che pianifica la sua gravidanza, l’integrazione della dieta con acido folico, ma alla luce di un recente studio è importante anche fare il pieno di vitamina B12.

La vitamina B12,  è una vitamina idrosolubile quindi anche in caso di dosaggi particolarmente elevati e prolungati, verrebbe eliminata dall’organismo attraverso sudore e urine. La dose giornaliera raccomandata di vitamina B12 è comunque di 2 microgrammi per gli adulti e i giovani. Ne richiedono una quantità maggiore le donne in gravidanza e in allattamento. Infatti durante la gravidanza bisognerebbe aggiungerne 0,2 mcg e durante l’allattamento 0,6 mcg al giorno. Tutte le future mamme, in realtà conoscono bene l’importanza della Vitamina B12 in gravidanza, fondamentale per la salute del feto e per la prevenzione di malattie congenite come la spina bifida. La vitamina B12 gioca un ruolo fondamentale nel mantenimento delle cellule nervose, dei globuli rossi del sangue e nella sintesi dell’emoglobina. Infatti agisce in combinazione con l’acido folico per una perfetta formazione e maturazione di tutti i tipi di cellule del sangue. La sua carenza è per questo  simile a quella dell’acido folico e, quando è grave, produce anemia.

Quello che non si sapeva finora, è che questa vitamina ha la capacità di favorire la  nascita di bambini tranquilli e poco propensi al pianto. Questo è quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Early Human Development, da parte  di un gruppo di scienziati olandesi, secondo i quali se l’alimentazione di una donna in gravidanza, non è stata sufficientemente integrata da questa vitamina, il nascituro avrà molto probabilmente un carattere spigoloso.

Del resto la vitamina B12 è conosciuta proprio per il suo ruolo chiave nello sviluppo del cervello e del sistema nervoso del bambino, che quindi ne trae beneficio anche per quanto riguarda la tipologia del temperamento.

La vitamina B12 si trova in carni rosse e bianche, fegato, uova, latticini, cereali, e frutti di mare. L’apporto di questa vitamina è quindi carente nelle le donne che seguono una dieta vegetariana o vegana,  che escluda tutti gli alimenti di origine animale. In questi casi è consigliabile il consumo di alimenti arricchiti o integratori alimentari idonei. D’altra parte bisogna comunque fare attenzione per le future mamme nel consumo di alimenti come frutti di mare o uova crude, che pur ricchi di tale vitamina possono risultare pericolosi per la salute delle gestanti. Allora per provare a scongiurare notti insonni trascorse a cullare il piccolo per farlo dormire, o interminabili ore passate a massaggiargli il pancino, provate ad assumere adeguate quantità di Vitamina B12 durante i nove mesi di gestazione, e forse il vostro  bimbo somiglierà più ad un angioletto, che ad un diavoletto.

 

Leggi anche

Seguici