Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bambino Abbandonato in Discarica Perché Down

Una storia di amore senza confini.

Gioela Saga

di Gioela Saga

19 Maggio 2015

La vita parte in salita per alcuni bambini senza l’amore che dovrebbe essere un diritto per ognuno di essi.

Un bambino abbandonato perché down in un sacchetto in una discarica, come un oggetto inutile; la morte si affaccia ma non riesce a prevalere e, per una volta, il bene ha la meglio e per lui il destino riserva una grande sorpresa.

bambino abbandonato adottato

 

La famiglia Van Eerden ha un cuore grande e la loro storia incrocia quella di Eddie (Edison), il bambino abbandonato.

Rachel e Jim, con due dei loro dieci figli biologici si recano, nel 2004, a Quito, in Ecuador per un viaggio in missione e visitano alcuni orfanotrofi dove ci sono molti bambini abbandonati.

I loro occhi si posano su Eddie e da allora non hanno mai smesso di amarlo.

Hanno fatto la loro scelta e non hanno pensato al tempo o ai soldi che avrebbero dovuto spendere, non hanno pensato di avere altri 10 figli ma a quello che anche Eddie avrebbe potuto significare per loro, nient’altro contava.

“E’ stato amore a prima vista” dice Rachel.

Eddie aveva 5 mesi e Rachel ha subito chiesto di poterlo prendere in braccio mentre le veniva raccontata la sua triste storia.

Un falegname aveva trovato il bambino abbandonato in una discarica e aveva chiamato la polizia perché aveva visto un sacchetto che si muoveva. Il nome Edison era quello della persona che l’ha trovato ed è stato dato anche al bambino.

bambino abbandonato perché down

Eddie con i suoi fratelli

Rachel aveva un fratello affetto da sindrome di Down, dunque ha una sensibilità particolare e conosce da vicino i bisogni speciali di questi bambini che hanno nel suo cuore un posto privilegiato.

Solo 5 anni dopo, dopo tre viaggi in Ecuador e un percorso legale lunghissimo, la farraginosa burocrazia fa in modo che il bambino abbandonato possa raggiungerli nella sua nuova casa e diventare parte integrante della famiglia.

Molti amici si sono chiesti quale fosse lo scopo della loro adozione e le autorità li hanno messi sotto dura pressione per stabilire i loro intenti nei confronti del bambino abbandonato e se il loro desiderio fosse davvero supportato da una coscienza reale di cosa comportasse l’adozione di Eddie.

I Van Eerden sono anche stati aiutati economicamente da molti amici, parenti ed associazioni e la chiesa del quartiere del paese in cui vivono nel North-Carolina.

La loro è stata una dura e lunga battaglia per dare amore a questo bambino abbandonato e per sentirsi una famiglia davvero completa.

I Van Eerden vivono con i loro 5 figli minorenni, un figlio di 19 anni che frequenta il college e una ragazza di 23 che fa la maestra elementare, gli altri vivono già indipendenti.

La famiglia ha adattato anche la casa alle esigenze del nuovo arrivato che frequenta ora dei corsi di potenziamento del linguaggio e delle sue abilità.

Bambino Abbandonato in Discarica

Rachel è felice perché Eddie ce la sta mettendo tutta ed è sicura che riuscirà a fare un sacco di cose.

Tutta la famiglia è impegnata in varie missioni e il loro prossimo viaggio sarà in Messico. A chi gli chiede se hanno intenzione di intraprendere altre adozioni, Rachel dice che non ha piani a breve scadenza e per ora Eddie ha bisogno di tutto il loro tempo ma sa che Dio può avere in serbo per loro altre sorprese.

“Eddie è per noi una grande benedizione e ci dona più di quello che noi diamo e potremo mai dare a lui.”

Eddie è diventato il loro ambasciatore di amore.

Fonte: News-record

 

 

Leggi anche

Seguici