Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Santo del Giorno 22 Maggio: Rita

Santo del giorno 22 maggio:Oggi Santa Rita da Cascia, tra le sante più venerate in Italia e nel mondo cattolico. Leggi la sua storia e le curiosirà sul nome

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

22 Maggio 2015

Santo del giorno 22 maggio. Oggi facciamo gli auguri di buon onomastico a tutte le Rita che onorano santa Rita da Cascia, una delle sante più venerate in Italia e nel mondo cattolico.

Santo del giorno 22 Maggio, storia e origini del nome

Il nome in effetti nasce come diminutivo di Margherita, che in greco (margaron), vuol dire perla.

Santo del giorno 22 maggio

Santa Rita da Cascia venne proclamata santa dopo ben 453 anni dalla sua morte (canonizzazione lentissima se si considera ad esempio che Sant’Antonio da Padova è stato proclamato santo un anno dopo la morte) nonostante i prodigi che ella ha operato nella sua vita terrena (e infatti è la “santa dei casi impossibili” alla quale ci si rivolge quando non ci sono più speranze di risoluzione).

Rita nasce nel 1381 vicino Cascia (Pg) da due genitori in là con gli anni che l’avevano attesa ben 12 anni.

La sua vita è densa di avvenimenti prodigiosi fin dalla prima infanzia, ad esempio si racconta che ancor in fasce venne circondata in un campo da uno sciame senza essere punta, anzi cibata del miele che gli insetti le lasciavano sulla bocca, e che un contadino feritosi che passava vicino per caso, per cacciare le api fosse stato miracolosamente guarito.

Rita cresce in questa famiglia abbastanza in vista del paese, educata dalle regole religiose, e già adolescente sente la vocazione per la vita di preghiera, che seguiva recandosi nel piccolo oratorio del paese ogni volta che poteva.

Purtroppo però i suoi genitori la promettono presto in sposa, a 13 anni, ad un suo compaesano, peraltro bruto e violento.

Rita sopporta dunque il matrimonio e i maltrattamenti con estrema pazienza, e da questo nascono due gemelli, e soprattutto grazie alla sua perseveranza anche il marito bullo si doma per la gioia di tutto il paese.

Anni dopo i genitori di Rita muoiono, e il marito viene ucciso in un’imboscata, e la donna teme anche per i figli adolescenti, vista la sete di vendetta che vuole eliminare dal paese tutti i discendenti dei Martini (il cognome del marito).

Rita allora prega il signore di salvarli dalla perdizione: “Io te li dono. Fa’ di loro secondo la tua volontà”, e così dopo un anno muoiono tutti e due.

Rimasta sola e nonostante tre tentativi vani, viene accettata nel monastero di S. Maria Maddalena di Cascia.

Rita ha 30 anni, e nonostante sia analfabeta viene ammessa nel coro delle suore.

Vive una vita di santità, suscitando l’ammirazione delle consorelle.

Nel 1342, mentre era in contemplazione davanti al crocifisso Rita viene colpita da una piaga nella fronte, che la costringe a ritirarsi in segregazione.

La ferita scompare soltanto per un breve periodo, per un pellegrinaggio a Roma, ma i suoi ultimi 15 anni di vita li passa nella sofferenza e nel dolore, immedesimandosi nella Croce e nel dolore di Gesù, digiunando e flagellandosi.

Rita diventa la Santa della Spine e della Rosa, grazie ad un altro prodigio avvenuto in letto di morte (la leggenda dice che fece fiorire una rosa in pieno inverno), e si spegne il 22 maggio 1447.

Si racconta che durante il suo funerale uno sciame di api nere, che non fanno alveare né miele si siano radunate nelle mura del convento, e sono ancora lì oggi, dopo oltre 500 anni.

Nel suo giorno di festa vengono benedette le rose e distribuite ai fedeli.

Il suo corpo non è stato sepolto, e ancora oggi, nonostante sia stato imbalsamato con tecniche poco certosine, risulta prodigiosamente integro, e addirittura senza la piaga che si rimarginò dopo la sua morte.

Il monastero di Cascia, insieme ad Assisi, Norcia e Cortona, costituiscono le culle della santità umbra.

 

Curiosità per chi porta il nome del santo del giorno 22 Maggio

Il nome Rita è il 48° in Italia per diffusione.

Chi si chiama così è una persona curiosa, gentile e altruista.

E’ una compagna e madre sempre presente e comprensiva.

In lei ogni sentimento viene amplificato, che sia esso di generosità o di egoismo, di ottimismo o pessimismo.

 

  • Il suo numero è il 3
  • Il suo Colore è il Verde
  • La sua Pietra è lo Smeraldo

 

Personaggi famosi che si chiamano così Rita Levi Montalcini (scienziata), Rita Borsellino (politica), Rita Hayworth (attrice), Rita Pavone (cantante), Rita Dalla Chiesa (presentatrice)

 

Altri santi celebrati oggi: santi Casto ed Emilio; san Basilisco; santa Giulia; santa Quiteria; san Lupicino; sant’Ausonio; san Lupo; san Giovanni; sant’Attone; beata Umiltà; beato Giovanni Forest; beati Pietro da Asuncion; beata Maria Domenica Brun Barbantini; beato Mattia de Arima; san Michele Hô Ðình Hy; san Domenico Ngôn.

Leggi anche

Seguici