Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Morte per Soffocamento Sintomi: Come Intervenire

Morte per soffocamento: ecco cosa fare e cosa non fare in caso di ostruzione delle vie aeree

Federica Federico

di Federica Federico

11 Giugno 2015

Morte per soffocamento, sintomi, cause e prevenzione dei decessi tra i bambini piccoli e piccolissimi. Sono 50 i bambini italiani che muoiono ogni anno per cause connesse all’ostruzione delle vide aeree, i decessi per soffocamento da inalazione, impropria ingestione o cattiva deglutizione sono, quindi, uno alla settimana.

Le morti per soffocamento che colpiscono la popolazione infantile avvengono sopratutto al di sotto dei 5 anni d’età, con un’incidenza particolare tra i 2 mesi e i 2 anni di vita.

Presupposto primario di qualsivoglia discorso sulla ”morte per soffocamento sintomi e cause”, è la comprensione delle dinamiche imprevedibili che determinano l’ostruzione delle vie aeree nel bambino.

Morte per soffocamento sintomi e cause

Mangiare, selezionando il cibo come la sola sostanza idonea ad essere portata alla bocca, masticata e deglutire bene sono competenze. In questo senso il bambino crescendo impara a mangiare e impara a masticare affinando anche i processi di gestione del cibo nella bocca e di deglutizione.

Una cattiva masticazione, una non corretta deglutizione e l’azione di portare alla bocca oggetti non commestibili rappresentano circostanze a rischio ovvero condizioni di pericolo in cui il bambino può rimanere vittima di un ostruzione.

Cibo e giocattoli (o oggetti impropriamente usati come giocattoli) sono i responsabili principali di pericolosi episodi di soffocamento.

Morte per soffocamento sintomi da riconoscere

Il primo modo per evitare che anche una banale ostruzione parziale degeneri in un tragico soffocamento è il controllo del bambino:

non tutti i genitori sanno che il soffocamento di un bambino può avvenire nel più assoluto silenzio, perciò (come raccomandano anche le direttive divulgate dalla Croce Rossa Italiana) non basta essere presenti fisicamente nella stanza ove il bambino gioca o mangia, è necessario osservare il bambino e tanto più è piccolo, tanto maggiore deve essere l’attenzione a lui rivolta.

  • Il primo sintomo di soffocamento è l’esordio improvviso di difficoltà respiratorie.

Morte per soffocamento sintomi differenti tra ostruzione parziale e totale (che necessitano, per loro natura, anche di diversi interventi)

Nell’ostruzione parziale le improvvise difficoltà respiratorie possono essere accompagnate da pianto e tosse. Nei casi di ostruzione completa, invece, il bambino si porta le mani al collo,  collo e labbra possono divenire cianotiche; possono manifestarsi il rapido deterioramento delle condizioni di coscienza; l’incapacità di parlare; il blocco respiratorio e l’assenza di pianto.

Nel caso di ostruzione parziale delle vie aeree  bisogna solo tranquillizzare il bambino, incitarlo a tossire e tenerlo nella posizione che lui stesso ritiene più comoda; è sconsigliata qualsiasi manovra manuale. 

Effettuare delle manovre di disostruzione in fase di ostruzione parziale potrebbe aggravare la situazione e quindi danneggiare il bambino, l’ostruzione da parziale potrebbe divenire totale. La tosse è un istinto, una reazione naturale messa in atto dal corpo quando le vide aeree superiori si sono accidentalmente parzialmente bloccate. Tuttavia far sentire al bambino la propria presenza e aiutarlo a sostenere la tosse spesso  si traduce in un intervento già risolutivo.

Nel caso di ostruzione totale delle vie aeree è, al contrario, è fondamentale procedere tempestivamente con le manovre salvavita.

Morte per soffocamento sintomi e rischi

A fronte del riconoscimento dei sintomi appena descritti, e quindi di una situazione di rischio per il bambino, ecco cosa non si deve fare mai:

  • mai mettere il bambino a testa in giù;
  • mai inserire dita e mani nella bocca del bambino a meno che l’oggetto estraneo o il boccone non sia affiorante e raggiungibile, in tal caso l’estrazione va fatta con un dito ad uncino (come si evince nel video che correda questo scritto)
  • non offrire acqua o altre sostanze liquide da bere al bambino che sta soffocando.

Morte per soffocamento sintomi – quando senti di trovarti in una condizione di criticità chiama soccorsi, l’operatore che risponde al numero di emergenza è qualificato e sa darti informazioni che possono salvare una vita. Chiamare il 118 e seguire le istruzioni dell’operatore è sempre buona norma.

Morte per soffocamento sintomi – ecco cosa fare quando, per evitare il peggio, occorre effettuare manovre salvavita:

Le manovre salvavita si differenziano a seconda dell’età del bambino, per i lattanti bambini da 1 mese ad 1 anno le manovre si compiono come da video che segue:

per i bambini, che sono considerati tali  da 1anno di vita alla pubertà, le manovre, invece, si compiono come da video che segue:

 

 

Leggi anche

Seguici