Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Festa della Mamma: spiegare al figlio l’impegno della mamma per la famiglia

DottAnnamaria

di Dott.ssa Annamaria Del Vecchio

05 Maggio 2011

Dormiamo poco, corriamo da una parte all’altra tanto, cuciniamo sempre le cose che piacciono di più ai  nostri compagni , laviamo  e stiriamo periodicamente, cambiamo pannolini  o ci affanniamo dietro al vasino ogni giorno, omogeniziamo  e prepariamo brodi di verdura in maniera sistematica,  organizziamo   zainetti e seguiamo  il  piccolo nei suoi compiti quotidianamente,  portiamo al parco  la piccola peste e tante tante altre cose…

La maggior parte delle volte, senza neanche rendercene conto, in maniera automatica e sistematica, facciamo tutte le cose “dovute” contemporaneamente, “adempiendo ai nostri compiti istituzionali di madri e mogli”.

A volte ci sembra di impazzire!

Cerchiamo dei riconoscimenti da chi ci sta accanto: un piccolo sorriso del nostro compagno che ci guarda sottisfatto o l’abbraccio del figlio ci fanno dimenticare tutte le fatiche e le ore di sonno  perse!
Questi riconoscimenti si concentrano in un giorno ben preciso che è quello della festa della mamma … nonostante  a noi piacerebbe, diciamoci la verità, essere festeggiate tutti i giorni, ci avvaliamo di questa giornata di esaltazione ed elogi per sottolineare quanto sia impegnativo essere donne, mamme e compagne!
È ovvio noi mamme siamo la figura più importante di tutta la casa, il perno, il pilastro su cui  si poggia veramente tutto, spesso a prescindere dalla nostra età, che sia essa giovane o matura!

Il fatto che capiti sempre di domenica e in un mese, poi, dove almeno in teoria  il sole dovrebbe farci da sfondo, può suggerire tantissime cose da fare e luoghi nei quali andare.
Il più bel regalo che noi mamme possiamo ricevere in questa giornata è trascorrerla interamente con il nostro bambino, uscire, andare  in un posto nuovo e fare cose diverse, magari un pic nic, un giro in bici.

Volendo si può trascorrere questa giornata anche restando a casa, nel lettone a guardare un cartone o a preparare tutti insieme un dolce, purchè, almeno nella ricorrenza della sua festa la mamma non debba farsi carico della casa, del pranzo, della cucina, ecc. Paparini lasciate, dunque, che mamma e figlio si dedichino l’uno all’altro, occupatevi voi della “gestione della giornata”; pensando al pranzo e alle faccende ordinarie farete un regalo alle mamme e il vostro bambino sarà felicissimo di festeggiare, coccolerà la mamma che sarà tutta per lui …. e questo è già un grandissimo regalo.

I figli dall’asilo ci porteranno i loro bei lavoretti! Il lavoretto della festa della mamma per noi sarà la più bella opera d’arte mai vista e a pranzo in piedi sulla sedia il bambino reciterà la poesia che ci riempirà gli occhi di lacrime e il cuore di soddisfazione!

Care mamme, nel relazionarvi al bambino non dimenticate, però, l’aspetto educativo della festa della mamma:  fategli comprendere che la mamma si occupa di tante cose, di lui, del papà, a volte dei nonni,  lavora, pulisce la casa e prepara tante cose buone. Ciò che fa è ispirato all’amore per la famiglia, la mamma non raccoglie riconoscimenti tutti i giorni.

“Insegnate” al bambino che nel giorno della festa della mamma bisogna “volere ancora più bene alla mamma”; questo è il giorno in cui la madre sente, avverte, che tutte le sue fatiche sono ampliamente ripagate dall’amore, basta una giornata semplice e calma. La calma, la pace e la tranquillità è tutto ciò che ogni mamma desiderala, se è circondata dalla quiete la mamma, pur lavorando lo stesso, ottiene molta molta più soddisfazione. E stimolate il bambino a riflettere sul modo in cui si “regala la calma alla mamma”: essendo buono, non facendo capricci, collaborando. Questi spunti potranno essere riproposti nei giorni successivi, anche per sottolineare l’impegno dei genitori nella vita quotidiana e “il dovere dei bimbi di “comprendere e rispettare”, nel loro piccolo, le fatiche di mamma e papà.

 
Care mamme, giovani o meno giovani che siate, a prescindere che in questo giorno lavoriate di più o di meno, fatevi coccolare a abbandonatevi ai mille
baci dei bimbi … festeggiatevi anche da sole lasciando perdere la pila di panni da stirare e la cucina da sistemare! Rilassatevi….. rilassiamoci….  Concediamoci un giorno di ferie!

Leggi anche

Seguici